Quali sono i maggiori crypto exchange? La situazione dopo il caso FTX
Quali sono i maggiori crypto exchange? La situazione dopo il caso FTX
Criptovalute

Quali sono i maggiori crypto exchange? La situazione dopo il caso FTX

By Stefania Stimolo - 21 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Dopo l’evento di FTX che ha sospeso depositi e prelievi, viene da chiedersi ora: quali sono i maggiori crypto-exchange? Dai più popolari come Binance, Coinbase, Bitget agli exchange di criptovalute decentralizzati come Uniswap e Pancaswap, ecco la situazione. 

I maggiori crypto exchange: il calo di Binance e il primato di Coinbase 

Secondo i dati di CoinGecko, quello che è da sempre stato il più grande tra i crypto-exchange per volumi di scambi, Binance ha subito un forte calo, passando al momento della scrittura al decimo posto in classifica.

Le probabili cause di tale crollo potrebbero essere attribuite alle ultime dichiarazioni da parte del Congresso degli USA che sembra essere intenzionato ad approfondire quale ruolo abbia avuto Binance nel crollo di FTX. A dirlo è stato il deputato repubblicano Patrick McHenry del North Carolina, candidato alla Presidenza del Comitato per i servizi finanziari della Camera. 

Oppure, un altro motivo di tale discesa potrebbe essere la sospensione temporanea dei depositi su Binance di Tether (USDT) e USD Coin (USDC) sulla blockchain di Solana. Una mossa che punta a tutelare i suoi trader, dato che Solana sembra essere collegata strettamente a FTX, ma magari mal interpretata visto il periodo di turbolenza da parte proprio dei crypto-exchange. 

Ad occupare il primato nella classifica dei crypto-exchange centralizzati è ora Coinbase. E infatti, proprio nel bel mezzo del crollo di FTX, pare che il gran numero di nuovi utenti che si sono registrati sulla piattaforma americana, avrebbero provocato addirittura problemi di connessione generale della rete. 

Non solo, Coinbase ha anche accolto un nuovo interessamento dalla Ark Investment Management che la settimana scorsa avrebbe acquistato 420.949 azioni dell’exchange, ampliando la propria esposizione a più di 21,4 milioni di dollari. 

I maggiori crypto-exchange: la situazione di Bitget, Kraken e KuCoin

Nella classifica dei maggiori crypto-exchange ci sono poi anche Bitget, Kraken e KuCoin, che si piazzano relativamente al dodicesimo, quarto e terzo posto su CoinGecko. 

E collegandosi al caso di FTX, Bitget ha istituito “Builders Fund”, un fondo da $5 milioni per aiutare trader e partner dell’exchange di criptovalute collassato. Gli utenti che rispondono a determinati requisiti hanno avuto la possibilità di candidarsi per ricevere supporto nei casi appunto di perdite. 

Al contrario Kraken, ha dovuto invece bloccare i conti riconducibili a FTX, Alameda Research e ai relativi dirigenti, il tutto su richiesta esplicita delle autorità. 

E infine, KuCoin che ha dichiarato che entro un mese lancerà la Proof-of-Reserve ad albero Merkle per ritrovare la fiducia tra gli utenti crypto, ancora in panico per il caso di FTX. A dichiararlo, è stato proprio il CEO dell’exchange, Johnny Lyu, che sostiene la sua Proof-of-Reserves come una prova concreta del possesso di riserve dichiarate. 

Gli exchange di criptovalute decentralizzati: Uniswap e PancakeSwap

Per molti altri utenti, invece, il caso di FTX è stato motivo valido per spostarsi con i propri fondi nella DeFi, sugli exchange di criptovalute decentralizzati come Uniswap e Pancakeswap. 

Al momento della scrittura, Uniswap e Pancakeswap si trovano rispettivamente al primo e terzo posto per volumi di scambi nella classifica generale di categoria. 

Non solo, di recente, Uniswap ha superato addirittura Coinbase per il trading di Ethereum. L’inventore del DEX, Hayden Adams, ha condiviso la notizia su Twitter commentando che forse sempre più utenti stanno mettendo in dubbio i CEX (crypto-exchange centralizzati) a favore degli exchange decentralizzati.

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.