Binance Pay con Solve.Care consentono pagamenti crypto per i servizi sanitari
Binance Pay con Solve.Care consentono pagamenti crypto per i servizi sanitari
Criptovalute

Binance Pay con Solve.Care consentono pagamenti crypto per i servizi sanitari

By Stefania Stimolo - 13 Set 2023

Chevron down

Binance Pay entra nell’industria della sanità, grazie alla collaborazione con Solve.Care, consentendo ai pazienti e utenti della piattaforma di pagare i servizi sanitari con le crypto. 

Binance Pay e Solve.Care per consentire pagamenti crypto nell’industria della sanità

Solve.Care, piattaforma di assistenza sanitaria digitale basata su blockchain, ha annunciato l’integrazione di Binance Pay, così da consentire ai suoi utenti i pagamenti in crypto per i servizi sanitari. 

“Abbiamo collaborato con @binance per integrare Care.Wallet con #BinancePay! Questa è un’importante pietra miliare nella fusione tra #crypto e #sanità. Un passo enorme verso $SOLVE che rende l’assistenza sanitaria accessibile a livello globale e facilmente pagabile!”

Nello specifico, grazie alla nuova integrazione, gli utenti e pazienti di Solve.Care potranno utilizzare le oltre 70 crypto supportate da Binance Pay per pagare i servizi della piattaforma. 

In questo senso, tale collaborazione vuole ampliare i casi d’uso delle criptovalute, aumentando così la loro adozione. 

E infatti, sia Solve.Care che Binance Pay, vorrebbero inaugurare una nuova era di soluzioni di pagamento innovative per il settore sanitario, sfruttando la potenza della tecnologia blockchain e della crypto community in continua crescita.

Binance Pay e le crypto nel settore della sanità

Binance Pay, la soluzione di pagamento in crypto contactless sviluppata da Binance, accede così anche al settore della sanità. 

E infatti, Solve.Care è una piattaforma sanitaria decentralizzata che ospita una serie di reti sanitarie digitali Web3 all’avanguardia, interoperabili e incentrate sul paziente. 

Questo ecosistema consente di fornire cure personalizzate in base alle condizioni mediche, ai fattori economici, alle esigenze sociali e a vari criteri, elevando lo standard dei servizi sanitari per tutti.

A tal proposito, Pakning Luk, Head of Global Business Development di Binance Pay, ha detto:

“La sanità è un settore critico che ha un impatto su ogni individuo in tutto il mondo. Grazie a questa partnership, gli utenti di Binance Pay possono accedere a una pletora di servizi sanitari in tutto il mondo, che comprendono farmaci, procedure mediche e onorari dei medici, attraverso l’uso di criptovalute. 

Con questa partnership unica con Solve.Care, speriamo di spingere l’industria delle criptovalute ad adottare le criptovalute e i loro benefici attraverso l’uso del Care.Wallet, consentendo agli utenti di una delle più grandi industrie sanitarie di abbracciare il futuro dei pagamenti senza confini, sicuri e senza attrito”.

Il pump di prezzo di SOLVE di oltre il+100%

Nelle ultime 24 ore, dopo la notizia dell’integrazione di Binance Pay, il token nativo della blockchain utilizzata da Solve.Care, SOLVE, ha visto un pump di prezzo di oltre il +100%. 

E infatti, SOLVE è passata dal prezzo di 0,020$ a 0,045$, mentre al momento della scrittura, SOLVE vale 0,030$. 

Questo vero e proprio raddoppio di prezzo che però si sta già ridimensionando, significa che gli investitori crypto di Solve.Care hanno apprezzato la notizia dell’espansione della piattaforma. 

Non a caso, SOLVE ha registrato anche un aumento del volume di transazioni delle ultime 24 ore del +332%. Al momento della scrittura, il market cap totale della crypto è di appena 17.059$. 

Binance Pay vs. PayPal

Era febbraio 2021, quando Binance annunciava la versione beta del suo servizio contactless per i pagamenti in crypto, Binance Pay. 

Fin da subito, la soluzione per i pagamenti dell’exchange è stata paragonata a PayPal, tanto che si pensasse che il crypto-exchange si fosse ispirato al colosso dei pagamenti.

Eppure, a quell’epoca, PayPal già consentiva la compravendita di crypto, ma non consentiva né la ricezione né l’invio dei token, che potevano solo essere acquistati, conservati e venduti. 

Ma da quel momento ad oggi, qualche cambiamento c’è stato. Basti pensare che ad agosto di quest’anno, PayPal ha annunciato il lancio della sua stablecoin PYUSD, ancora al dollaro americano e creata in collaborazione con l’azienda Paxos. 

Nel frattempo, Binance Pay ha visto crescere il suo utilizzo in diversi settori sia online che fisici. Ad esempio, nel marzo 2023, insieme ad Alchemy Pay, Binance Pay è stata integrata dalla nota catena di fast-food Burger King nella città di Parigi, come modalità di pagamento crypto. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.