HomeCriptovaluteBitget: il crypto-exchange offre un bonus senza deposito per la verifica KYC

Bitget: il crypto-exchange offre un bonus senza deposito per la verifica KYC

L’ultima strategia del crypto-exchange Bitget è offrire ai suoi utenti un bonus senza deposito per la verifica KYC. Ma che cos’è la procedura del Know-Your-Customer e perché è così importante. Ecco una breve descrizione. 

Bitget: il crypto-exchange offre ai suoi utenti un bonus senza deposito per la verifica KYC

Il popolare crypto-exchange Bitget ha annunciato un nuovo premio per i suoi utenti: un bonus senza deposito per la verifica KYC. 

Si tratta di un vantaggio offerto che incentiva gli utenti a familiarizzare con la procedura del Know-Your-Customer, diventata sempre più importante anche per il settore crypto. 

E infatti, il KYC non è altro che la prima fase della due diligence nell’ambito dell’Antiriciclaggio (AML), oltre che aiuta le istituzioni finanziarie a determinare il livello di rischio associato a un cliente.

In questo senso, anche i crypto-exchange spesso richiedono il KYC per conformarsi alle normative antiriciclaggio. Verificando l’identità dei propri clienti, i crypto-exchange come Bitget possono contribuire a prevenire attività criminali come il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. 

Non solo, questa decisione si basa sulla politica di aggiornamento dei requisiti di KYC adottata da Bitget, entrata in vigore dallo scorso settembre. L’obiettivo finale del crypto-exchange è quello di rafforzare il processo di identificazione degli utenti, così da rendere il trading un ambiente sicuro. 

Bitget e il premio agli utenti sul KYC: ma quali sono i vantaggi per il crypto-exchange?

Bitget mette a disposizione il nuovo premio per i suoi utenti, in cambio della loro adesione alla verifica KYC, diventata anche fondamentale per poter accedere a tutti i servizi del crypto-exchange. 

Nello stesso tempo, la procedura del Know-Your-Customer diventa un vantaggio anche per lo stesso Bitget e per tutti i crypto-exchange che lo adottano. 

E infatti, conducendo la due diligence KYC, un crypto-exchange può ridurre il rischio legale  derivanti da controversie o da multe regolamentari. 

Non solo, anche gli utenti del crypto-exchange potrebbero riporre più fiducia nella piattaforma se include il KYC. E infatti, i clienti potrebbero vedere la procedura come una misura preventiva per salvaguardare proprio i loro conti. 

Tra gli altri vantaggi per il crypto-exchange che adotta il KYC, ci possono essere una maggiore stabilità generale del mercato, o un suo più efficace intervento in caso di hacking e violazione dei dati, ma soprattutto, una riduzione del rischio di truffe e di riciclaggio di denaro sporco. 

L’abbandono della licenza VATP di Hong Kong

Di recente, Bitget ha fatto parlare di sé per la sua decisione di non voler ottenere la licenza di piattaforma di trading di Virtual Asset (o VATP) di Hong Kong

Anzi, proprio per questo abbandono, il sito web dedicato cesserà tutte le sue attività a partire dal 13 dicembre 2023. 

L’invito del crypto-exchange ai suoi utenti, è quello di ritirare tutti i loro asset dal BitgetX entro la scadenza, dopodiché perderebbero la possibilità di ottenerli. Eh sì, perché dopo il 13 dicembre, BitgetX non esisterà più. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS