HomeCriptovaluteFocus nel mondo dei tweet: i momenti più cruciali di crypto Twitter...

Focus nel mondo dei tweet: i momenti più cruciali di crypto Twitter nel 2023

Quali sono i crypto tweet più significativi del 2023? E in che modo hanno influenzato il mercato? 

Vediamo di seguito alcune delle storie delle criptovalute più controverse e importanti narrate tramite X, ex Twitter. 

Crypto tweet: la battaglia legale tra Genesis e Gemini

Tra i crypto tweet più influenti del 2023 troviamo sicuramente la disputa in merito alla battaglia legale tra Genesis e Gemini. 

Nello specifico, sappiamo che Genesis ha presentato una richiesta di fallimento nel gennaio 2023, dando il via a una serie di conflitti legali tra il prestatore di criptovalute e il suo partner Gemini.

Il prestito del prodotto Earn di Gemini, fornito da Genesis, prometteva tassi di interesse elevati per le criptovalute prestate. 

Tuttavia, la situazione ha preso una piega diversa quando il procuratore generale Letitia James ha intentato una causa a ottobre contro Gemini, Genesis e la società madre Digital Currency Group (DCG). 

L’accusa sosteneva che le aziende avessero ingannato gli investitori e nascosto i rischi, portando a nuove e accese battaglie legali.

Gemini ha risposto con una causa contro Genesis nello stesso mese, cercando di riprendere il controllo di oltre 60 milioni di azioni del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), impegnate come garanzia per i prestiti. 

A novembre, Genesis ha contro-querelato Gemini nel tentativo di recuperare più di 689 milioni di dollari, somma ritirata dai clienti durante la “corsa agli sportelli” che ha portato al capitolo 11 di Genesis.

Di conseguenza, anche il 2024 si prospetta come un anno di sfide legali intense per entrambe le parti coinvolte.

L’unione per le crypto: Ripple, Coinbase e Grayscale insieme per la stessa causa 

Gli avvocati che sfidano la SEC sono i preferiti di Crypto Twitter, tutti riuniti in un unico luogo. 

I Chief Legal Officer di Ripple (Stuart Alderoty), Coinbase (Paul Grewal) e Grayscale (Craig Salm) hanno condiviso il palco all’inizio di questo mese al Policy Summit della Blockchain Association per discutere delle questioni di regolamentazione. 

Le tre aziende hanno affrontato le azioni esecutive della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, offrendo speranza ai membri del settore attraverso precedenti legali cruciali sulla classificazione dei token e le regole di scambio.

Inoltre, Ripple ha recentemente ottenuto una vittoria decisiva nella sua prolungata disputa con la SEC. 

Nel frattempo, Grayscale ha ottenuto successo nella sua causa contro l’agenzia. 

In particolare, sappiamo che un giudice ha stabilito che il rifiuto della SEC della proposta di conversione del prodotto GBTC in un fondo negoziato in borsa da parte di Grayscale era “arbitrario e capriccioso”.

Coinbase, invece, è ancora nel cuore della sua battaglia legale con l’autorità di regolamentazione dei titoli. 

La stessa che è iniziata a giugno quando la SEC ha citato in giudizio l’exchange per presunta operatività come borsa valori non registrata, broker e agenzia di compensazione.

Le udienze orali nel caso sono programmate per il 17 gennaio 2024 presso il tribunale federale di Manhattan.

La chiusura di Signature Bank all’interno dei crypto tweet 

Andando avanti nell’analisi dei crypto tweet più influenti, troviamo il tweet che ha rimarcato quanto fosse consistente il budget di “marketing” di Signature Bank

Questo ha rappresentato infatti un momento epico per la folla di Twitter nel mondo delle criptovalute e della finanza. 

A marzo, le autorità di regolamentazione statali hanno messo la chiave sotto la porta di Signature Bank, solo due giorni dopo la chiusura della Silicon Valley Bank.

La notizia ha scatenato un revival dei vari video musicali prodotti dalla banca nel corso degli anni, alcuni risalenti addirittura al lontano 2012, il cui scopo non era subito chiaro. 

Tra le tante si è ipotizzata la promozione, il team building e anche il fatto che si potrebbe non scoprire mai. 

Vediamo che, ad esempio, “Ora sei venuto da Signature, mostra ai tuoi clienti quanto vali”, cantava un dipendente (o un attore assunto, i crediti non erano chiari) nel video del 2012, accompagnato dalla musica di “Firework” di Katy Perry.

“I clienti non mollano la presa, oh, oh”, continuava il ritornello. Alla fine, naturalmente, i clienti hanno fatto esattamente questo.

Il tweet finale di Sam Bankman-Fried e la rivelazione dei bilanci di FTX durante il processo penale

In uno degli ultimi tweet prima di essere presunto privato dell’accesso a Internet dai suoi avvocati, il fondatore di FTX, Sam Bankman-Fried, ha presentato ciò che ha definito la “prova” della solvibilità di FTX negli Stati Uniti. 

Il tweet mostrava uno screenshot di un presunto documento di Google Sheets, sostenendo che lo studio legale Sullivan e Comwell aveva “dimenticato” di includere 428 milioni di dollari di saldi bancari nella documentazione relativa al fallimento di FTX.

Quando un troll ha criticato il formato del suo file Excel, Bankman-Fried ha ammesso che il documento era “brutto”, ma ha difeso la sua accuratezza. 

Mesi dopo, durante il processo penale a Manhattan, è emerso quanto fossero poco professionali, non certificati e casuali tutti i bilanci di FTX, compresi quelli inviati a finanziatori e investitori.

L’account Twitter di Bankman-Fried, inattivo da gennaio 2023, è ancora online, forse in attesa di riprendere l’attività dopo il suo rilascio.

Attualmente detenuto al Metropolitan Detention Center di Brooklyn, il fondatore, caduto in disgrazia, è in attesa della sentenza.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS