Ethereum Classic: in arrivo il fork Agharta 
Ethereum Classic: in arrivo il fork Agharta 
Blockchain

Ethereum Classic: in arrivo il fork Agharta 

By Marco Cavicchioli - 9 Gen 2020

Chevron down

Ethereum Classic (ETC) ha annunciato un imminente fork, chiamato Agharta

L’hard fork avverrà il 12 gennaio 2020 e si tratterà di un aggiornamento del protocollo di Ethereum Classic che non darà origine a sdoppiamenti della catena o alla nascita di nuove criptovalute. 

Infatti, non c’è alcun gruppo all’interno dell’ecosistema ETC che si oppone a questo aggiornamento, che di fatto risulta essere solamente un aggiornamento di routine del protocollo. 

Gli operatori dei nodi però dovranno giocoforza aggiornare i loro software, perché le vecchie versioni non saranno più compatibili con il nuovo protocollo aggiornato.  

Agharta di fatto aggiunge al protocollo di ETC i codici operativi del fork Constantinople di ETH, tra cui il codice operativo CREATE2 che consente l’utilizzo di molte implementazioni in precedenza non possibili su ETC, tra cui i canali di stato. 

Tuttavia, come visibile sulla dashboard creata appositamente per monitorare l’aggiornamento del protocollo, la maggior parte dei nodi a pochi giorni dal fork non è ancora pronta, visto che non ha ancora aggiornato il software in uso. 

Il 45% dei nodi però è già aggiornato e nel corso dei prossimi giorni molto probabilmente il numero di nodi aggiornati supererà quello dei nodi non aggiornati. 

Lo stesso discorso vale anche per gli exchange: fino ad ora solo tre hanno già fatto sapere di supportare il fork: 

  • Bitflyer, 
  • Coinbase, 
  • KuCoin. 

Altri probabilmente seguiranno nei prossimi giorni. 

Inoltre, il fondatore di ETC Labs, James Wo, ha dichiarato che Ethereum Classic resterà fedele al protocollo di consenso Proof-of-Work, e che a differenza di ETH non c’è in programma di passare a Proof-of-Stake. 

Il motivo di tale scelta sta nello scetticismo rispetto a PoS espresso da Wo, secondo cui PoW garantisce alla blockchain di essere completamente decentralizzata, mentre PoS potrebbe consentire a qualcuno di accumulare potenzialmente più del 50% dell’offerta, rendendo così la blockchain più centralizzata. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.