FCA, warning contro BitMEX: non ha le autorizzazioni
FCA, warning contro BitMEX: non ha le autorizzazioni
Blockchain

FCA, warning contro BitMEX: non ha le autorizzazioni

By Marco Cavicchioli - 5 Mar 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ente di controllo dei mercati finanziari della Gran Bretagna, FCA, ha emesso un warning ufficiale contro BitMEX. 

Non si tratta di un provvedimento restrittivo o di una sanzione ma solamente di un avviso. 

Tuttavia, quello che viene riportato sul warning non lascia molto spazio all’immaginazione: 

“Riteniamo che questa azienda fornisca servizi o prodotti finanziari nel Regno Unito senza la nostra autorizzazione. Scopri perché essere particolarmente cauti nel trattare con questa azienda non autorizzata e come proteggerti dai truffatori”. 

Il punto chiave pertanto sarebbe la presunta carenza di autorizzazioni da parte di BitMEX ad operare Regno Unito per promuovere o vendere servizi o prodotti finanziari. 

Difficilmente questi avvisi vengono pubblicati alla leggera, quindi è plausibile che la FCA ritenga effettivamente valida l’ipotesi che l’exchange non rispetti la normativa in vigore nel Regno Unito.

A scanso di equivoci l’avviso riporta anche le seguenti informazioni:

“Questa impresa non è autorizzata da noi e si rivolge a persone nel Regno Unito. Sulla base delle informazioni in nostro possesso, riteniamo che svolgano attività regolamentate che richiedono l’autorizzazione”.

La FCA aggiunge che quasi tutte le aziende che offrono, promuovono o vendono servizi o prodotti finanziari nel Regno Unito devono essere autorizzate da loro e che chi opera senza permesso può operare truffe sugli investimenti. 

Tuttavia, non è chiaro cosa mancherebbe a BitMEX o quali prodotti o servizi finanziari stiano erogando senza le dovute licenze. 

Nel 2018 l’FCA affermò che le aziende che offrono derivati crypto, come fa BitMEX, probabilmente necessitano di una specifica approvazione, perché tali prodotti possono risultare essere strumenti finanziari ai sensi delle direttive vigenti in UK. 

Inoltre, per tali derivati sarebbe vietata la vendita agli investitori retail, perché ritenuti non in grado di valutare in modo affidabile il valore e i rischi di derivati ​​o ETN che fanno riferimento a determinate criptovalute. 

Non vi sono conferme né da FCA né da BitMEX, ma l’ipotesi che sta circolando è proprio che il problema stia nella mancanza delle necessarie autorizzazioni per vendere derivati crypto, sebbene non si abbiano altri dettagli a riguardo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.