banner
Litecoin, crolla l’hashrate a 7 mesi dall’halving
Litecoin, crolla l’hashrate a 7 mesi dall’halving
Mining

Litecoin, crolla l’hashrate a 7 mesi dall’halving

By Marco Cavicchioli - 19 Mar 2020

Chevron down

L’hashrate di Litecoin ha toccato il nuovo picco minimo dopo l’halving di agosto 2019

Infatti il picco massimo di sempre si è toccato a metà luglio 2019, con oltre 500 Thash/s, ma da allora, probabilmente a causa proprio dell’halving, ha iniziato a scendere. 

Già a fine settembre scese sotto quota 300, per poi precipitare a 130 a dicembre. 

Da allora però è ancora sceso, con il picco minimo di 127 toccato il 16 marzo 2020. 

Per trovare un dato simile bisogna risalire indietro nel tempo fino a febbraio 2018, quando ci fu una prima flessione dopo l’impennata dovuta alla bolla speculativa di fine 2017. 

Da notare che, nel medesimo intervallo di tempo, l’hashrate di Bitcoin è evoluto in maniera totalmente differente, anche se una cosa in comune c’è, ovvero l’impennata pre-halving. 

Infatti a partire da dicembre 2018, l’hashrate di Litecoin è salito del 220% fino a pochi giorni prima dell’halving, per poi crollare di oltre il 70% nei mesi post-halving. 

L’hashrate di Bitcoin invece da dicembre 2018 fino ad ottobre 2019 è aumentato di quasi il 200%, per poi fermarsi nuovamente, e tornare a crescere di un altro 30% fino al nuovo picco massimo di inizio marzo 2020

In totale pertanto da dicembre 2018 fino al picco è aumentato del 280%, per poi ridursi del 24% nei giorni successivi, anche a causa del crollo del prezzo di BTC. 

L’halving di Bitcoin è previsto per maggio 2020, pertanto il suo hashrate nelle prossime settimane potrebbe aumentare ancora, prezzo permettendo. 

Quello che è accaduto a Litecoin è un vero e proprio crollo della profittabilità del mining. 

Dopo un incredibile picco di 98 $ al giorno per GHash/s toccato a luglio del 2017, la profittabilità è crollata a circa 2,5 $ di fine 2018, risalendo a 5 $ qualche settimana prima dell’halving del 2019. 

Da allora è nuovamente precipitata fino a 1,2 $, e questo molto probabilmente ha causato un vero e proprio crollo dell’hashrate. 

Il percorso seguito dalla profittabilità del mining di Bitcoin è stato per certi versi simile, con un picco di 3,7 $ al giorno per THash/s toccato a dicembre 2018, per poi crollare sotto gli 0,08 $ negli ultimi giorni

Da notare che la profittabilità del mining di Litecoin, calcolata in dollari al giorno per THash/s, è diecimila volta superiore a quella di Bitcoin, perchè 1,2 $ al giorno per GHash/s corrispondono in realtà a 1.200 $ al giorno per THash/s, visto che 1 THash/s corrisponde a 1.000 GHash/s. 

Nonostante questo, l’hashrate di Bitcoin è comunque quasi mille volte superiore a quello di Litecoin, cosa che dimostra che l’interesse dei miner nei confronti di Bitcoin è enormemente superiore rispetto a quello nei confronti di Litecoin. 

Da notare infine che il crollo dell’hashrate di Litecoin non ha inficiato minimamente le prestazioni della sua blockchain, visto che il block-time è rimasto invariato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.