Comprare Bitcoin in tabaccheria
Comprare Bitcoin in tabaccheria
Bitcoin

Comprare Bitcoin in tabaccheria

By Eleonora Spagnolo - 8 Mag 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

In Italia non è possibile comprare Bitcoin in tabaccheria. In altri paesi nel mondo, sì. La crescente popolarità di Bitcoin, indotta probabilmente dall’imminente halving, sta inducendo anche i non esperti a fare acquisti e a cercare anche i metodi più semplici per farlo.

Purtroppo però recarsi dal tabaccaio e fare una transazione in denaro per Bitcoin al momento è un’utopia, almeno in Italia. Tuttavia esistono altri sistemi per comprare Bitcoin in maniera rapida e sicura.

È il caso degli ATM Bitcoin. Si tratta di dispositivi del tutto simili ai bancomat, dove con pochi e semplici passaggi è possibile aprire un wallet (o inserire uno proprio) e fare un acquisto di Bitcoin pagando in contanti.

CoinATMRadar mette a disposizione una lista di ATM Bitcoin sparsi in Italia. L’elenco è abbastanza aggiornato, riportando i 10 punti di Roma e Milano e anche uno degli ultimi installato a Genova

In Francia si possono comprare Bitcoin in tabaccheria

Se in Italia non si può, la Francia invece si dimostra all’avanguardia per quanto riguarda l’acquisto di Bitcoin direttamente nelle tabaccherie.

L’azienda Keplerk infatti ha messo a disposizione delle card che si possono comprare direttamente nei tabaccai, dal 50, 100 e 250 euro. Acquistando le card, del tutto simili alle ricariche telefoniche, si potrà poi aprire un wallet (o utilizzare quello che si ha) su Keplerk e depositare il corrispondente in Bitcoin. Con questa iniziativa Keplerk ha messo praticamente a disposizione l’acquisto di Bitcoin in oltre 5.200 tabacchi sparsi nella nazione. 

Purtroppo al momento non sembra però che l’iniziativa sia stata estesa anche ad altri paesi.

Altri modi per comprare Bitcoin

Per chi fosse travolto dalla FOMO (Fear of Missing out) ci sono per altri modi non impossibili da utilizzare per acquistare Bitcoin, adatti anche per chi è neofita, come gli exchange. Tra i più usati al mondo ci sono Coinbase e Binance, ma le alternative non mancano. 

Tuttavia è sempre bene dare uno sguardo alle fee per i costi di commissione. Inoltre bisogna tenere presente l’alta volatilità di Bitcoin: chi sceglie di investire in questo settore deve essere consapevole della possibilità di alti guadagni e del rischio di altrettanto gravi perdite.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.