banner
Binance lancia la Smart Chain
Binance lancia la Smart Chain
Blockchain

Binance lancia la Smart Chain

By Marco Cavicchioli - 25 Mag 2020

Chevron down

Binance ha annunciato il lancio della testnet per la sua Smart Chain. 

In questo modo Binance Smart Chain (BSC) si va ad affiancare alla blockchain Binance Chain (BC), sulla quale girano Binance Coin (BNB) e Binance DEX. 

BC è per l’appunto la base dell’exchange decentralizzato, ovvero la blockchain su cui vengono emessi i token BEP2 (Mini-BEP2), le cosiddette Peggy Coins (BTC, ETH, XRP), basata su Proof of Stake e BFT e con block time inferiore al secondo. 

BSC introduce un’architettura a doppia catena per consentire agli utenti di costruire app decentralizzate ed asset digitali su una blockchain, ed effettuare trading veloce sull’altra. 

BSC infatti è compatibile con la Ethereum Virtual Machine (EVM), possiede lo standard BEP2E per i token, compatibile con ERC20, è basata su Proof of Staked Authority, consente i trasferimenti cross-chain ed ha un block time di circa 5 secondi. 

L’architettura a due catene dovrebbe garantire alte prestazioni, alta capacità, costi contenuti, tokenizzazione semplice senza bisogno di scrittura di smart contract e nuovi standard per i token (BEP8). 

Binance non ha ancora rivelato con precisione quale sarà l’utilizzo specifico della nuova Smart Chain all’interno del proprio ecosistema, ma visto che BSC è ancora in fase di test, c’è da aspettarsi che occorra ancora un po’ di tempo prima che sveli le proprie reali intenzioni. 

Questo appare come un progetto che mira ad implementare l’infrastruttura tecnica in modo da rendere possibile la realizzazione di nuovi strumenti, che allo stato attuale possono solamente essere immaginati. 

Un mese fa era stato dato l’annuncio che era allo studio una nuova soluzione per supportare smart contract più friendly e che sarebbe stata basata su una blockchain parallela. 

In questo modo la Binance Chain, ed il DEX, continueranno a funzionare in modo indipendente, così come stanno facendo ora, mentre la nuova blockchain consentirà la creazione semplificata di smart contract e token. 

Inoltre, il fatto di essere compatibile con EVM farà sì che potrà supportare tutti gli strumenti già attualmente esistenti su Ethereum, ma con tempi di esecuzione in teoria più rapidi, e commissioni di transazione più basse.

Il fatto è che BC non dà agli sviluppatori molta libertà per creare dapp, quindi BSC serve anche a colmare questo vuoto. 

Resterà da vedere quanti preferiranno BSC ad Ethereum, visto che l’utilizzo di quest’ultima è ormai talmente diffuso che è difficile pensare che possa essere realisticamente scalzata in breve tempo dal suo effettivo ruolo dominante nel settore crypto ed in particolare in quello della finanza decentralizzata.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.