Pumapay: le crypto per pagare gli acquisti sul sito per adulti Grooby
Pumapay: le crypto per pagare gli acquisti sul sito per adulti Grooby
Blockchain

Pumapay: le crypto per pagare gli acquisti sul sito per adulti Grooby

By Amelia Tomasicchio - 26 Mag 2020

Chevron down

PumaPay ha annunciato oggi di aver stretto una partnership con Grooby, famoso sito di intrattenimento per adulti che ha aperto i battenti nell’ormai lontano 1996.

Già qualche mese fa il sistema di pagamenti PumaPay e la crypto nativa PMA era stata integrata sulla piattaforma leader del settore PornHub, che non è certo nuova alle criptovalute avendo già Verge, USDT e altre dalla sua.

Attualmente i clienti di Grooby possono pagare tramite l’app mobile PumaPay Wallet solo per alcuni dei servizi offerti dalla piattaforma, ma presto verrà integrato ovunque.

Uno dei motivi per cui Grooby ha scelto di adottare le criptovalute è l’anonimato, ma non solo, come ha spiegato il fondatore e CEO Steven Grooby:

“Ci rendiamo conto che molti membri vogliono l’anonimato o accedono da paesi che non permettono di pagare, e penso che abbiamo il dovere di dare loro questa possibilità. PumaPay rientra nelle nostre strategie generali di pagamento per rendere più facile l’accesso ai siti da parte di potenziali membri, attraverso diversi metodi di pagamento”.

Il CEO di PumaPay Yoav Dror, ha invece dichiarato:

“Siamo entusiasti di annunciare quest’ultima integrazione con Grooby Productions, in quanto ci consolidiamo ulteriormente come la soluzione di pagamento preferita dal settore per adulti. La nostra missione è quella di risolvere i comuni problemi dei commercianti, come le elevate commissioni di transazione, la limitata flessibilità di pagamento e i lenti tempi di liquidazione, e unire le soluzioni per creare una piattaforma completa e facile da usare”.

Le crypto nel mondo del porno

Come abbiamo visto più volte, l’intersezione tra il mondo del porno e quello delle crypto si fa sempre più stretta, visto che addirittura un sito famoso in tutto il mondo che è PornHub ha dovuto optare per metodi di pagamento di questo tipo dopo che il suo account PayPal è stato chiuso, probabilmente proprio per il settore in cui opera.

D’altronde anche le aziende crypto fanno fatica a trovare banche che aprano conti attraverso cui passano crypto cambiate tramite exchange. 

Ad ogni modo, dopo l’adozione di Verge e di altre stablecoin da parte di PornHub si sono succeduti vari progetti come PumaPay o PornVisory che vogliono fare da collante tra i due mondi del porno e delle criptovalute.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.