Bitcoin Cash arriva al terzo compleanno
Bitcoin Cash arriva al terzo compleanno
Blockchain

Bitcoin Cash arriva al terzo compleanno

By Alfredo de Candia - 1 Ago 2020

Chevron down

Oggi si celebra il terzo compleanno di Bitcoin Cash, blockchain nata da un fork di Bitcoin per migliorarne la scalabilità e le fee.

Ripercorriamo così, in occasione di questo compleanno, alcuni momenti salienti della blockchain di BCH e gli episodi che hanno portato alla nascita.

I problemi di Bitcoin

Uno dei problemi che affligge ancora oggi la blockchain di Bitcoin è quello relativo alla sua scalabilità, ovvero il fatto che possa gestire poche transazioni al secondo anche a causa delle dimensioni dei suoi blocchi, fissata all’epoca in 1 Mb.

Nel corso del tempo innumerevoli sono stati gli annunci da parte degli sviluppatori, così come le conferenze, che promettevano che il blocco sarebbe aumentato per migliorare proprio la scalabilità del progetto, ma ogni volta questo aggiornamento veniva sempre rimandato, arrivando ad un punto in cui si era intuì che questo non sarebbe mai avvenuto.

La nascita di Bitcoin Cash

Così, una parte della community di Bitcoin si preparò ad un piano alternativo per aumentare la grandezza del blocco fino a 8 Mb.

L’aumento del blocco di Bitcoin era in programma nell’autunno del 2017, ma ciò non avvenne e le frizioni nella comunità aumentarono sempre più fino a quando, a partire da giugno, si mise in moto il meccanismo per aggiornare la rete.

Questo determinò un hard fork della catena principale, che avvenne il primo agosto al blocco 478559 dando la nascita a Bitcoin Cash.

Da quel momento in poi questa blockchain ha segnato traguardi incredibili ed ha dimostrato come questo upgrade abbia portato grandi vantaggi, abbattendo i costi proibitivi delle fee di Bitcoin che ritroviamo ancora nei giorni nostri.

Le recenti novità di Bitcoin Cash

Ma il progetto non si è limitato ad aumentare i blocchi ed abbassare le fee, ma è andato oltre, per esempio con la nascita dei token SLP (Simple Ledger Protocol), dei veri token basati su questa blockchain e dai mille utilizzi visto che la loro creazione è molto semplice.

Sempre per gli SLP è stato poi creato un nuovo hardware wallet, Satochip, che permette di gestirli senza difficoltà, ed inoltre grazie a questi token si è potuto portare anche la stablecoin Tether (USDT), con oltre 6 milioni di dollari su Bitcoin Cash.

Inoltre, gli sviluppatori di Bitcoin Cash hanno creato un sistema di smart contract chiamato Nimbus che permetterà di espandere ulteriormente le applicazioni decentralizzate su questa blockchain, come per esempio giochi ma anche dAPP della finanza decentralizzata (DeFi).

Venendo ai giorni nostri, di recente la blockchain ha subito un aggiornamento portando ancora altri miglioramenti, mentre il nuovo CEO di Bitcoin.com, azienda il cui principale obiettivo è la diffusione di Bitcoin Cash, sta lavorando a spingere sempre più l’adozione di questa blockchain e BCH come metodo di pagamento, seguendo l’originale volontà di Satoshi Nakamoto che voleva Bitcoin come “peer to peer cash system”.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.