Ethereum: gas a 200 Gwei per transazione
Ethereum: gas a 200 Gwei per transazione
Ethereum

Ethereum: gas a 200 Gwei per transazione

By Marco Cavicchioli - 12 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi il gas per le transazioni di Ethereum ha superato i 200 Gwei di media.

Al momento della scrittura di questo articolo la media si aggirava attorno ai 250 Gwei, mentre il massimo era addirittura a 300 Gwei. 

Recentemente il costo medio delle transazioni è salito da meno di 20 Gwei di fine aprile ad oltre 30 di fine maggio, per poi salire ancora ad oltre 80 a fine luglio, ed impennarsi negli ultimi giorni oltre quota 100. 

È possibile che questa impennata si debba in particolare ai protocolli DeFi, che richiedono elevati livelli di utilizzo della blockchain di Ethereum. Infatti ultimamente sono sempre più utilizzati, causando come conseguenze un sovraffollamento di transazioni che genera un aumento dei costi tale che in alcuni casi mette a rischio i profitti ottenuti ad esempio con gli scambi sui DEX. 

Ethereum, picchi di Gwei

Escludendo il periodo pionieristico del 2015, in passato si sono verificati picchi anche superiori ai 200 Gwei ma solamente raramente, e per brevissimi periodi, mentre quello che è in atto sembra un sovraffollamento che potrebbe protrarsi a lungo, visto che non è dovuto solo al rinnovato interesse nei confronti del prezzo di ETH, ma anche proprio all’utilizzo dei protocolli DeFi. 

In assenza di una soluzione a breve termine, visto che per Ethereum 2.0 ci sarà da attendere ancora come minimo per qualche mese, si aprono opportunità per quei protocolli che si basano su altre blockchain, o che ne hanno una propria. 

In uno scenario come questo solo chi può permettersi di pagare commissioni elevate sulle transazioni utilizzerà con continuità gli strumenti basati su Ethereum, e ciò potrebbe impedire alla finanza decentralizzata di fare concorrenza a quella centralizzata.  

A trarne profitto invece sono i miner di Ethereum, che stanno incamerando un incremento esponenziale delle entrate derivanti proprio dalle commissioni.

Queste entrate sono aumentate di oltre il 1.400% in questo trimestre, tanto che i profitti complessivi del mining di Ethereum hanno superato anche quelli di Bitcoin. 

A detta di alcuni ci sarebbero addirittura le prove che gli stessi miner di Ethereum stiano inviando alla blockchain transazioni “spam” per mantenere elevato il livello di congestione, e quindi le commissioni alte.

Ad oggi questo sembra proprio che debba essere considerato come in assoluto uno dei principali ostacoli da superare per poter portare la finanza decentralizzata alle masse, e non sembra nemmeno di facile soluzione.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.