banner
Moonstake collabora con Tezos per aumentare l’adozione dello staking
Moonstake collabora con Tezos per aumentare l’adozione dello staking
Altcoin

Moonstake collabora con Tezos per aumentare l’adozione dello staking

By Amelia Tomasicchio - 15 Set 2020

Chevron down

Moonstake e Binarystar hanno annunciato oggi una collaborazione strategica con TZ Ventures per accelerare l’adozione da parte del settore dello staking all’interno dell’ecosistema di Tezos.

TZ Ventures incuba startup blockchain early-stage basate su Tezos, fornendo supporto ai progetti e avventurandosi in finanziamenti azionari. 

Moonstake è una società blockchain focalizzata sullo staking crypto per realizzare la più grande rete di staking dell’Asia, e per farlo il team ha deciso di collaborare con Tezos, proveniente dalla Corea del Sud.

Il partner di Moonstake, Binarystar, sosterrà anche gli sforzi di marketing per questa partnership, ad esempio, organizzando eventi con le community locali.

Moonstake ha recentemente annunciato un’altra partnership per migliorare lo staking con il wallet di Infinito. In agosto, invece, ha collaborato con Ramp Defi e Ruby Capital per ampliare la sua gamma di prodotti nel settore della finanza decentralizzata (DeFi).

Come funziona lo staking di Tezos con Moonstake

Possiamo definire Moonstake come un wallet DeFi, che permette agli utenti di gestire diverse criptovalute.

I prodotti Moonstake includono un wallet web e mobile – disponibile sia per Android che per iOS – che fornisce tutte le funzioni di staking e un gateway all-in-one per massimizzare l’uso delle criptovalute come Cosmos, IRISnet, Ontology, Harmony, Cardano e QTUM.

Grazie a Moonstake gli utenti potranno utilizzare XTZ – il token di Tezos – per guadagnare ricompense attraverso lo staking pool, mettendo in stake i token nel wallet. Basta soltanto avere più di 1 XTZ. Le ricompense vengono distribuite automaticamente in base ai token contenuti nel portafoglio, e non è previsto un periodo di blocco.

Come fare staking di XTZ

Tezos è una blockchain dotata di un algoritmo di consenso Proof of Stake, per cui gli utenti possono fare staking dei loro token XTZ per ricevere ricompense, con o senza l’uso di Moonstake, il che non fa altro che facilitare il processo.

Gli utenti possono mettere in stake XTZ utilizzando Binance, Coinbase o Kraken. È anche possibile fare staking utilizzando gli hardware wallet Ledger o il Trust Wallet. A seconda della piattaforma utilizzata, le tariffe e le ricompense possono variare.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.