Libra Network, ex HSBC James Emmett direttore generale
Libra Network, ex HSBC James Emmett direttore generale
Stable Coin

Libra Network, ex HSBC James Emmett direttore generale

By Eleonora Spagnolo - 17 Set 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Libra Network ha un nuovo direttore generale: è James Emmett, che prenderà l’incarico a partire dal prossimo 1 ottobre.

Libra Network è la parte operativa della Libra Association, l’organizzazione che raccoglie le aziende che hanno scelto di supportare Libra, la criptovaluta su cui è al lavoro da oltre un anno Facebook. 

Chi è James Emmett e cosa farà per Libra

James Emmett ha un curriculum di tutto rispetto dove spiccano i 25 anni trascorsi in HSBC. Si tratta della compagnia tra i leader mondiali per l’offerta di servizi finanziari. Ciò rende Emmett esperto in business, strategie e tecnologie. 

Nello specifico, è stato CEO di HSBC Bank con ruoli di primo piano in diverse “filiali” della compagnia, in Europa, Regno Unito, ma anche in Turchia, e a New York. 

È facile comprendere come il suo compito sarà quello di rafforzare l’utilizzo di Libra per scopi finanziari. 

Stuart Levey, CEO della Libra Association, così ha commentato la nuova nomina: 

“James è un dirigente di prima classe nel settore dei servizi finanziari con una profonda competenza sostanziale ed esperienza operativa. Sono entusiasta che si unisca a noi e sono fiducioso che la sua leadership contribuirà a rendere la visione di Libra una realtà”.

Il diretto interessato, ha dichiarato:

“In qualità di persona appassionata delle opportunità offerte dai servizi finanziari e dalla tecnologia per fare la differenza, sono lieto di entrare a far parte di Libra Networks con la missione di migliorare l’innovazione e l’inclusione finanziaria e di fornire l’operatività della rete”.

La sfida di Libra

Libra si trova in una fase delicata del suo sviluppo. Mentre studia un modo per entrare nel mercato in linea con la regolamentazione internazionale, deve anche difendersi dalla concorrenza della altre stablecoin. 

Tether ad esempio, sembra inarrestabile. E poi ci sono le CBDC, le valute digitali emesse dalle banche centrali, su cui ormai fin troppi paesi lavorano. Quella di Libra insomma, sembra essere diventata una corsa contro il tempo. Una corsa che forse proprio Libra ha scatenato. 

Ma Libra ha dalla sua la possibilità di essere legata a Facebook e quindi potenzialmente ha già due miliardi di possibili utilizzatori nel mondo

La sfida è quella di portare il sistema finanziario a tutti, anche ai cosiddetti unbanked. L’innovazione e la blockchain possono renderlo possibile. Libra ci vuole credere.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.