banner
Tutte le ultime news su Ethereum 2.0
Tutte le ultime news su Ethereum 2.0
Ethereum

Tutte le ultime news su Ethereum 2.0

By Marco Cavicchioli - 16 Ott 2020

Chevron down

Negli ultimi giorni non ci sono grandi news riguardo la roadmap di Ethereum 2.0, ma le notizie descrivono un quadro in continua evoluzione.

Infatti, sebbene da un lato la testnet Medalla sia ancora in fase di revisione, dall’altra in molti si stanno preparando a sfruttare le novità che saranno introdotte dal nuovo protocollo.

Per quanto non si conoscano ancora con precisione le tempistiche del rilascio della versione 2.0 di Ethereum, chi ne vuole sfruttare il lancio si sta preparando con anticipo, in modo da avvantaggiarsi rispetto agli altri.

Un esempio di ciò è Lido, che si sta preparando a fornire una soluzione alternativa per lo staking di ETH. 

Infatti, i primi staker saranno costretti a bloccare i loro ETH fino a quando le transazioni non saranno completamente abilitate su Ethereum 2.0 e questo potrebbe richiedere alcuni mesi o addirittura anni nel caso peggiore. 

Lo staking verrà lanciato prima che siano abilitate le nuove transazioni e senza queste sarà impossibile spostarli, scambiarli o spenderli.

Insomma, quando si metteranno ETH in staking su Ethereum 2.0 in un primo periodo questi non potranno essere utilizzati, nemmeno come garanzia, diventando di fatto illiquidi. 

Inoltre si potranno mettere in staking solamente multipli di 32 ETH.

La soluzione proposta da Lido invece rende liquidi gli ETH in staking, e consente la partecipazione con qualsiasi importo, grazie a token bETH che rappresenteranno gli ETH sulla catena beacon di Ethereum 2.0 con rapporto 1:1. 

In questo modo gli utenti, dopo aver ricevuto bETH in cambio degli ETH messi in staking, potranno utilizzarli in tutti i modi in cui possono utilizzare ETH, anche in eventuali protocolli DeFi. 

Bisogna ricordare che la finanza decentralizzata è basata principalmente su smart contract che girano sulla rete Ethereum, su ETH e su token ERC20 come bETH che consentono anche di inviluppare token in altri token, come ad esempio per i wrapped Bitcoin

Nel frattempo comunque bisognerà avere un po’ di pazienza, perchè se da un lato si ipotizza che i test di Medalla potrebbero essere terminati entro fine anno, tanto da immaginare in seguito un rilascio a breve del nuovo protocollo, questo non sarà sufficiente all’implementazione completa e definitiva di Ethereum 2.0, e non risolverà immediatamente ad esempio i problemi di scalabilità. 

È per questo motivo che lo stesso Vitalik Buterin ha più volte ricordato che la roadmap per il rilascio della nuova mainnet sarà piuttosto complessa, e che esistono altre soluzioni più veloci per il problema dello scaling. 

Bisogna pertanto aspettarsi un processo relativamente lungo da quando i test definitivi su Medalla avranno dato esito positivo, con l’aggiunta anche di nuove soluzioni per portare Ethereum a poter competere con altre blockchain già oggi molto veloci ed economiche, e soprattutto con i sistemi di pagamento elettronico tradizionali in valuta fiat.

Le fasi di Ethereum 2.0 tra news e incertezze

Il primo passaggio sarà il lancio della cosiddetta fase zero, ovvero del protocollo così come emerso dalla conclusione dei test, per poi passare ad una fase 1 ed in seguito ad una fase 2. 

Nel mezzo potrebbe anche esserci una fase 1,5 in grado di rendere le transazioni più veloci ed economiche anche senza aver ancora completato l’intero processo. 

Durante la fase 0 verranno lanciati la Beacon Chain, lo staking, il bridge tra ETH e ETH2 e verranno scelti i validatori.

La fase 1 invece prevede il lancio dello sharding e la possibilità di convertire liberamente ETH in ETH2, e viceversa. 

La fase 2 concluderà in processo con l’attuale catena che diventerà uno shard di quella nuova. 

Ad oggi nessuno sa dire quanto tempo ci vorrà perchè tale processo venga portato a compimento, ma sono in molti a credere che potrebbe richiedere qualche anno, sebbene la fase 0 in teoria potrebbe anche partire tra pochi mesi. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.