banner
John McAfee: “il governo americano mi sta usando come capro espiatorio contro le crypto”
John McAfee: “il governo americano mi sta usando come capro espiatorio contro le crypto”
Criptovalute

John McAfee: “il governo americano mi sta usando come capro espiatorio contro le crypto”

By Amelia Tomasicchio - 18 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Sono ormai quasi sei mesi che John McAfee, famoso influencer del mondo crypto e storico creatore dell’omonimo antivirus, è in carcere in Spagna e da allora ogni tentativo di estradizione o di richiesta di domiciliari è stata respinta. 

Nonostante si trovi in carcere, gli è permesso in qualche modo di comunicare via Twitter ed ecco che oggi appare un suo nuovo post in cui spiega quanto la sua detenzione sia ridicola e che, in quanto grande supporter delle criptovalute, il governo americano lo abbia preso di mira per attaccare tutto il settore.

“Le accuse contro di me sono assolutamente ridicole. Sono usato come capro espiatorio per gli USA per reprimere le crypto. Questo è un attacco contro le criptovalute. Questa è la pure e semplice verità”, 

Così recita infatti il tweet, citando un post dei suoi avvocati dello studio Gordon Law.

Secondo il documento, questa sarebbe una delle prime accuse di evasione fiscale riguardanti le criptovalute e sicuramente quella di piu alto profilo. Proprio per questo, McAfee potrebbe essere stato preso di mira per far capire ai cittadini americani che l’evasione fiscale delle criptovalute è un crimine altresì importante come quello che riguarda le valute fiat e quindi John non sarebbe altro che un capro espiatorio. 

Ricordiamo infatti che il motivo per cui McAfee è in carcere è che il Dipartimento di Giustizia del distretto sud di New York gli ha rivolto accuse di frode e riciclaggio di denaro. 

John McAfee, per l’influencer crypto una detenzione illegale

In sostanza, nonostante lui si sia detto estraneo ai fatti, sembra quasi che il crimine sia stato commesso, ma che la pena sia fin troppo severa, anche perché i domiciliari nel caso di un uomo di età avanzata e per questo tipo di crimine sarebbero doverosi. 

Tra l’altro, più volte Janice McAfee, moglie dell’influencer, ha twittato per spiegare che questa detenzione sta debilitando il marito, il quale avrebbe perso ben 15 kg di peso ed avrebbe problemi che i medici del carcere spagnolo non sono in grado di trattare adeguatamente. 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro su Blockchain Marketing edito Maggioli.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.