banner
Crypto Arte: un’opzione di investimento lucrativa
Crypto Arte: un’opzione di investimento lucrativa
NFT news

Crypto Arte: un’opzione di investimento lucrativa

By Crypto Advertising - 25 Giu 2021

Chevron down

Ricordate Nyan Cat? Un meme decennale relativo a un gatto animato la cui GIF è stata postata dal 25enne Christopher Torres nel 2011. Per celebrare il 10° anniversario del meme, Torres ha preso una decisione eccezionale (almeno finanziariamente) di postare un Nyan Cat “rimasterizzato” come NFT. Il 19 febbraio, la GIF è stata venduta per 300 ETH, che all’epoca valeva circa 574.536 dollari.

Tutti hanno lo stesso meme sul loro telefono, ma perché qualcuno dovrebbe pagare più di mezzo milione di dollari per questo? Cos’è esattamente la crypto arte? Perché ha improvvisamente catturato l’attenzione del mondo? Cercheremo di rispondere a queste domande. 

Cos’è la crypto arte? 

In breve, la crypto arte consiste in opere d’arte digitali collegate a token non fungibili (NFT).

Ciò che ha reso speciale la versione rimasterizzata di Torres è che è stata coniata come un NFT. Ora, l’immagine può essere replicata (come è stato fatto milioni di volte prima), ma il token no. È unico. 

È più facile da capire dalla prospettiva di un’arte fisica più familiare. Qualsiasi quadro di Picasso in questo momento varrebbe decine di milioni di dollari, ma cosa lo rende esattamente speciale? Dopo tutto, è solo una tela con della vernice sopra. Ci sono centinaia di artisti in vita che replicheranno il dipinto e alla maggior parte degli occhi, sarà indistinguibile. Ciò che rende speciale il dipinto è che la persona che ha messo la pittura sulla tela è Pablo Picasso. Ciò che lo rende raro è che esiste esattamente un pezzo come quello e solo una persona può possedere l’originale. 

Ora, attraverso gli NFT, è possibile tracciare la proprietà di qualsiasi arte là fuori, sia digitale che fisica. La persona che la possiede può rivenderla o concedere in licenza i diritti a un museo per esporla o anche controllare le condizioni in cui viene esposta. 

La crypto arte cambia i giochi per gli artisti

Un artista può ottenere una commissione quando il pezzo viene venduto e rivenduto. Gli artisti hanno finalmente una via per royalties trasparenti. 

Facciamo un esempio, un artista di nome Sam realizza crypto arte e la vende su un mercato NFT curato come FomoLab per diciamo 10 dollari. Nel corso del tempo, Sam diventa più riconosciuto e la sua arte ora vale molto di più dei 10 dollari che l’arte ha venduto in precedenza. 

Ora, la stessa rappresentazione potrebbe valere 1.000 dollari. Se Sam imposta le sue royalties al 10%, otterrebbe 100 dollari da quella vendita secondaria. Ciò che questo significa essenzialmente è che il lavoro che Sam ha fatto oggi può fargli fare soldi per anni e anni a venire. 

Nell’arte tradizionale, questo non è il caso. Una volta che un dipinto viene venduto, l’artista (o la sua proprietà) non ottiene nulla dalla rivendita. 

Perché investire nella crypto arte?

La crypto arte ha cambiato radicalmente il mondo dell’arte. Suona iperbolico, ma una volta che si guarda a ciò che è successo fino ad ora, e le implicazioni per il futuro, la cosa potrebbe non sembrare così. 

Gli NFT hanno creato un modo legittimo per collezionare arte digitale. Questo non è mai stato possibile per gli artisti digitali in passato. Un token che agisce come un certificato digitale per un file digitale, tenuto in modo sicuro su una rete permanente di computer, ora permette agli artisti digitali di vendere il loro lavoro come mai prima. 

Gli artisti possono assumere il controllo della loro vita. Non hanno bisogno che le grandi case d’arte apprezzino il loro lavoro, affinché sia visto o acquistato dalla gente. Se alla gente piace il lavoro di qualcuno, lo pagherà. Come detto prima, gli artisti possono godere dei benefici delle royalty del loro lavoro, anni dopo che hanno venduto la loro opera per la prima volta. 

Gli acquirenti non solo hanno canali legittimi per comprare prodotti autentici, ma hanno anche una prova pubblica dell’autenticità del loro possesso. Rivendere e distribuire l’arte posseduta è completamente nelle mani dell’acquirente nel mondo della crypto arte. 

Tuttavia, nell’attuale ecosistema popolare della crypto arte, c’è un ostacolo. La maggior parte delle piattaforme di NFT sono basate sulla rete Ethereum, che viene con alti costi di gas, a volte in centinaia di dollari. La barriera d’ingresso per i piccoli artisti diventa molto alta. Le transazioni che sono di un importo inferiore o anche proporzionalmente vicino al prezzo del gas diventano troppo costose. 

Per risolvere questo problema delle alte commissioni di transazione, ci sono ecosistemi NFT come FomoLab basati su Binance Smart Chain (BSC) che hanno transazioni molto più veloci ed economiche.

 

Crypto Advertising
Crypto Advertising

Vuoi un tuo articolo pubblicato su Cryptonomist? Vuoi pubblicizzare il tuo progetto crypto? Contattaci su [email protected]

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.