Nuovi cali in vista per Ethereum
Nuovi cali in vista per Ethereum
Ethereum

Nuovi cali in vista per Ethereum

By Vincenzo Cacioppoli - 31 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Mentre la quotazione di Bitcoin continua ad oscillare intorno ai 30.000 dollari da circa un mese e mezzo, quella di Ethereum ha superato giovedì la soglia fatidica dei 1800 dollari, lasciando presupporre che potrebbe iniziare a performare peggio del resto del mercato.

Il prezzo di Ethereum rompe un livello di supporto significativo 

ethereum logo
La rottura di un importante supporto per ETH lascia pensare ad un’ulteriore discesa

La notizia che un importante hedge fund crypto, Three Arrow Capital, con sede a Singapore, ha inviato due giorni fa 32.000 ETH per un valore di circa $60 milioni all’exchange di criptovalute FTX nell’arco di un’ora, ha sicuramente aumentato le illazioni sul fatto che il prezzo possa ulteriormente scendere nei prossimi giorni.

Il trasferimento dell’Hedge fund ad un wallet in cui erano stati depositati mesi prima circa 26.000 ETH presuppone che il fondo si stia apprestando a vendere queste monete in cambio di altre valute.

È chiaro che una simile vendita di asset non potrebbe non avere pesanti ripercussioni sulle quotazioni di ETH.

Inoltre, secondo i dati in possesso dalla società Glassnode, il numero di Ether detenuti dai principali exchange di criptovalute avrebbe subito una riduzione nel mese di maggio.

Il saldo di ETH di criptovalute è infatti sceso da 20,45 milioni a 20,38 milioni da inizio mese.

D’altra parte occorre anche aggiungere che sebbene ETH abbia avuto alcune settimane tumultuose che sono chiaramente derivanti dalla condizione negativa dell’intero comparto, il suo rendimento è ancora strabiliante e superiore a qualsiasi altra criptovaluta, Bitcoin compreso. Per chi ha investito nel 2015 su ETH, il ritorno sull’investimento (ROI) è di oltre il 700.000%. 

Le prospettive future sull’intero ecosistema Ethereum

Secondo molti analisti ed esperti, ETH continua a rimanere la criptovaluta preferita sul lungo periodo su cui investire, proprio per le sue applicazioni nei settori DeFi, NFT e metaverso.

Ad inizio mese la blockchain è andata in tilt a causa del grande traffico determinato dal lancio di un nuovo metaverso da parte di Yuga Labs. Il grande regista americano Ridley Scott sta pensando addirittura a realizzare un film sulla genesi di Ethereum e del suo fondatore Vitalik Buterin.

Nonostante tutto ciò, anche alcuni elementi di analisi tecnica fanno pensare a nuovi cali per ETH. La mancata rottura della resistenza a 1920 dollari e la repentina discesa sotto i 1800 dollari è un chiaro segnale che potrebbe  significare un nuovo sell off per la valuta di Buterin. 

C’è addirittura il rischio che il mercato voglia testare la soglia dei 1400 dollari,  da dove poi potrebbe ripartire un nuovo rialzo.

D’altra parte la rottura dei 1800 dollari per ben due volte nel mese di maggio lascia poco spazio all’illusione di vedere presto ETH nuovamente sopra i 2000 dollari.

Le incognite sono ancora tante per poter fare previsioni attendibili. Alcune chiaramente sono legate alla situazione economica e geopolitica generale. 

Altre, invece, sono legate al business di Ethereum stesso, che in questi primi mesi del 2022 sembra stia subendo una decisa frenata sia dal comparto degli NFT che da quello della DeFi. Questo è dovuto in particolare alla agguerrita concorrenza di altre blockchain più economiche e veloci come Solana, Cardano e Avalanche.

Anche il fatto che nei giorni scorsi la media delle gas fee sia calato al livello più basso da luglio 2021, rappresenta un chiaro segnale che il mercato stia subendo una frenata. 

Resta da vedere se davvero il tanto atteso aggiornamento Arrow Glacier, che dovrebbe rendere la blockchain più sicura, veloce ed economica potrà dare quella spinta al titolo per tornare verso i massimi di 4500 dollari toccati a novembre.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.