Francia: il primo centro commerciale ad accettare pagamenti in crypto
Francia: il primo centro commerciale ad accettare pagamenti in crypto
Criptovalute

Francia: il primo centro commerciale ad accettare pagamenti in crypto

By Stefania Stimolo - 11 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Beaugrenelle è il primo centro commerciale in Francia ad accettare pagamenti in crypto, grazie alla partnership con l’applicazione Lyzi. 

Francia: il Beaugrenelle è il primo centro commerciale che accetta le crypto

Il Beaugrenelle nel 15° arrondissement di Parigi, che conta 110 negozi, ha annunciato che da mercoledì accetterà pagamenti in criptovalute, diventando il primo centro commerciale della Francia a farlo. 

“FLASH – Parigi: il centro commerciale Beaugrenelle è il primo in Francia ad accettare l’acquisto di carte regalo – utilizzabili nei suoi negozi – in criptovalute, attraverso l’applicazione Lyzi. Questo sarà possibile a partire da questo mercoledì.”

Si tratta di un’iniziativa resa possibile grazie a una partnership con l’applicazione francese Lyzi, che consente, tra l’altro, di accettare pagamenti in crypto.

In pratica, gli utenti potranno acquistare una carta regalo Beaugrenelle attraverso l’app Lyzi spendendo a scelta tra 21 diverse criptovalute, tra cui Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH), e poi utilizzare la stessa per gli acquisti nei negozi del centro commerciale. 

Francia: il Beaugrenelle e i pagamenti in crypto tramite le carte regalo

centro commerciale crypto
Il Beaugrenelle è il primo centro commerciale francese ad accettare crypto per i pagamenti

A tal proposito, Stéphane Briosne, direttore di Beaugrenelle Paris ha detto:

“L’accettazione delle criptovalute per l’acquisto della nostra carta regalo ne è oggi una nuova prova e siamo felici di essere i primi a poterla offrire”.

Anche Damien Patureaux, responsabile di Lyzi, ha commentato la notizia in un comunicato come segue:

“Siamo convinti che la blockchain debba essere una componente indispensabile dell’ecosistema finanziario e retail. Abbiamo già 1.500 punti vendita connessi in fase di pre-commercializzazione”.

Lyzi, l’app fintech, non è registrata come fornitore di servizi di asset digitali (DASP) presso l’autorità francese per i mercati finanziari (AMF), ma si affida al fornitore di servizi Zebitex, che ha ottenuto la registrazione DASP l’anno scorso, sia per il servizio di custodia di asset digitali che come piattaforma di trading di asset digitali.

Non solo, dall’8 giugno all’8 luglio nel centro commerciale, i dipendenti dell’applicazione Lyzi presenteranno la loro soluzione per aiutare il pubblico a familiarizzare con questo tipo di pagamento.

Le aziende nel mondo che hanno scelto le criptovalute

Nonostante il crollo delle crypto, con BTC che oscilla ancora sui 30mila dollari, sono molte le aziende nel mondo che hanno annunciato di aggiungere le crypto ai loro mezzi di pagamento tradizionali. 

Se il Beaugrenelle lo sta facendo in Francia, di recente abbiamo visto nomi del calibro di Gucci e TAG Heuer aprire le porte alle crypto per i loro negozi negli USA.

Non solo, anche Emirate Airline, una delle principali compagnie aeree degli UAE, ha aggiunto Bitcoin come metodo di pagamento, con l’intenzione di utilizzare presto anche metaverso e NFT. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.