Noah Davis, l’esperto di NFT di Christie’s, lascerà il posto per diventare Brand Lead dei CryptoPunks
Noah Davis, l’esperto di NFT di Christie’s, lascerà il posto per diventare Brand Lead dei CryptoPunks
Metaverse

Noah Davis, l’esperto di NFT di Christie’s, lascerà il posto per diventare Brand Lead dei CryptoPunks

By Martina Canzani - 20 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Si sa, ormai tutte le grandi comunicazioni nel mondo crypto vengono fatte quasi sempre su Twitter, evitando tutte le formalità delle testate giornalistiche.

Così ha fatto anche Noah Davis, esperto di Non-Fungible Token che lavora, o meglio lavorava, per la famosa casa d’aste – Christie’s.

L’annuncio è stato fatto proprio ieri, domenica 19 giugno, dallo stesso Noah, che ha voluto rassicurare i propri seguaci con un breve thread.

Noah Davis, il nuovo Brand Lead dei CryptoPunks

Noah, massimo esperto di NFT per una delle più famose case d’asta, ha annunciato che a luglio lascerà la sua posizione per poter ricoprire il ruolo di Brand Lead per la collezione dei CryptoPunks con Yuga Labs.

Nel breve thread di Twitter, Noah, ha anche voluto specificare di non aver nessuna intenzione di portare a casa collaborazioni affrettate e lontane dalla natura della storica collezione NFT. Rassicurando in questo modo la grande community degli holders dei CryptoPunks.

Noah ha poi invitato tutti i proprietari dei CryptoPunks a presenziare all’evento NFT di New York per poter parlare con lui del futuro del progetto.

È bene ricordare, che Davis è uno figura di spicco nel panorama dei Non-Fungible Token. Infatti, è uno dei “responsabili” dell’asta da record – Beeple’s Everydays: The First 5000 Days NFT, venduto per oltre $69 milioni nel marzo 2021.

Il potenziale insider trading

Come è noto, Yuga Labs ha acquisito la proprietà intellettuale della collezione CryptoPunks da Larva Labs a marzo, affermando che avrebbe ceduto tutti i diritti commerciali ai proprietari, una promessa ancora da realizzare.

I collezionisti più attenti, hanno notato, però, che dai grafici riportanti il volume delle vendite, risulta esserci stato un aumento quasi sospetto delle stesse.

Dall’annuncio, infatti, sono state effettuate 39 vendite, toccando le 101 vendite domenica, rispetto alle sole 19 del giorno prima.

Secondo alcuni quindi, considerando l’annuncio della mossa di Davis e i nuovi termini che entreranno in vigore presto, può essere che alcuni membri del team fossero a conoscenza delle informazioni, cadendo così in quello che si definisce insider trading.

La protagonista truffatrice della serie – Inventing Anna, lancia una collezione NFT

La protagonista di una delle serie tv più chiacchierate dell’anno – Inventing Anna, sta per lanciare la propria collezione di NFT

La serie si rifà ad una storia vera, che racconta le vicissitudini di un’astuta truffatrice: Anna Sorokin.

Anna, infatti, dal 2013 al 2017 ha finto di essere una ricca ereditiera tedesca: Anna Delvey, riuscendo a frodare conoscenti e collaboratori per oltre $275.000. 

La collezione, intitolata Reinventing Anna, sarà composta da 2.000 NFT, prezzati a 0,1 ETH ciascuno.

La ragazza ha spiegato di voler intraprendere questo nuovo progetto per aver modo di interagire con i propri fan in privato.

La collezione, infatti, conterrà 20  “carte in edizione oro”, che permetteranno ai proprietari di avere un incontro o una telefonata individuale con la ragazza.

Sorokin ha scritto pubblicamente sotto un suo post instagram:

“Vedo questo primo lancio come un’opportunità per entrare in contatto diretto con il mio pubblico e prendere in carico la narrativa che è stata in gran parte al di fuori del mio controllo”.

volume cryptopunks
Volume di vendite registrato su OpenSea

I follower di Duppies sono stati vittima di scam

Duppies, nuovo progetto NFT creato dallo stesso team di “DeGods”, Sabato purtroppo è stato vittima di uno scam.

La dinamica è stata più o meno la seguente.

L’account principale del progetto è stato violato, una volta in possesso del canale principale di comunicazione con community, gli hacker hanno twittato sul profilo, invitando i follower a cliccare su un link che portava ad un phishing website.

Sfortunatamente gli utenti che hanno collegato i loro portafogli e hanno tentato di mintare questi fantomatici NFT si sono visti rubare tutti i propri soldi. 

Il metaverso potrebbe generare 5 trilioni di dollari entro il 2030 

Le previsioni riguardanti l’importanza che il metaverso potrebbe acquisire nei prossimi anni sembrano abbastanza chiare. 

Secondo alcune analisi, svolte da importanti attori del settore, come la società di consulenza globale McKinsey & Company, il metaverso potrebbe generare fino a 5 trilioni di dollari entro il 2030 e oltre l’80% del commercio potrebbe essere influenzato dalle attività nel metaverso.

I dati scioccanti riguardanti il futuro del metaverso

La società di consulenza McKinsey & Company ha pubblicato la scorsa settimana un rapporto intitolato “Creazione di valore nel metaverso”.

Secondo tale ricerca entro il 2030 è altamente probabile che oltre il 50% degli eventi dal vivo possa svolgersi nel metaverso.

Ma non è tutto, si prevede anche che oltre l’80% del commercio potrebbe essere collegato in qualche modo al metaverso.

Stimando che l’utente medio di Internet potrebbe arrivare a trascorrere fino a sei ore al giorno in esperienze metaverse entro il 2030.

I dati parlano chiaro: nel 2022 già più di 120 miliardi di dollari sono affluiti nello spazio del metaverso, più del doppio considerato che nel 2021 si erano toccati i 57 milioni di dollari.

Nel rapporto in questione si legge:

“Anche se le stime variano ampiamente, prevediamo che il metaverso potrebbe generare fino a $ 5 trilioni entro il 2030.

La nostra stima del potenziale impatto del metaverso entro il 2030 si basa su una visione dal basso, che ha preso in considerazione sia i singoli che le imprese”.

La previsione di McKinsey sembra non discostarsi molto dalle altre.

Infatti, anche Citigroup ha previsto che il metaverso potrebbe essere un’opportunità da $13 trilioni con 5 miliardi di utenti entro il 2030, mentre Goldman Sachs ci va molto vicino, definendo il metaverso come un’opportunità da $8 trilioni.

Forse è arrivato il momento di abbracciare l’idea che l’innovazione continua ad avanzare sempre più rapidamente e che il futuro che ci aspetta potrebbe essere molto più virtuale e avanzato di quello che oggi chiamiamo presente.

Martina Canzani

Laureata in Legge all'Università degli Studi di Milano. Concluso il percorso accademico ha iniziato ad interessarsi al mondo della blockchain, trovando in quest'ultimo un potente strumento di riscatto. La passione si è poi trasformata in lavoro, ora infatti investe in progetti early-stage di finanza decentralizzata e DAO e scrive articoli raccontando tutte le news riguardanti il mondo crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.