Robinhood sta per lanciare un wallet dedicato al Web3
Robinhood sta per lanciare un wallet dedicato al Web3
Criptovalute

Robinhood sta per lanciare un wallet dedicato al Web3

By Eliano Martellucci - 28 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Robinhood, la celebre app per investimenti crypto e azionari, lancerà il proprio wallet orientato al Web3. 

In arrivo il wallet Web3 di Robinhood

Il nuovo wallet per l’accesso al mondo Web3 si chiamerà “Robinhood Wallet” e sarà di tipo non custodial. Ciò significa che la piattaforma di investimenti non avrà alcun controllo sui fondi depositati al suo interno. 

Il progetto è ancora in fase Beta. Infatti, a maggio è stata aperta una waitlist a cui hanno aderito già 1,5 milioni di utenti. Di questi, verranno selezionati solo i primi 10.000 e chi verrà ritenuto idoneo riceverà un invito a partire da oggi.

I fortunati avranno, quindi, la possibilità di testare il wallet ancora in fase iniziale, durante la quale potranno fornire dei feedback utili al team. 

Durante la Beta, i partecipanti potranno scaricare l’app e utilizzare le seguenti feature:

  • scambiare crypto senza costi di rete;
  • guadagnare ricompense in crypto;
  • custodire e tenere traccia in modo sicuro del proprio portfolio blockchain;
  • connettersi alle applicazioni decentralizzate (dApp) per ottenere rendimenti.

Il collegamento con il mondo NFT, invece, non fa parte della Beta, ma sarà disponibile dopo il lancio al pubblico. 

I test prima del lancio ufficiale sono molto importanti e delicate, in quanto permettono di risolvere eventuali problemi a priori, rendendo così l’ingresso sul mercato più efficace.

Nell’industria tech questa è la prassi e si affina sempre di più soprattutto quando si ha a che fare con prodotti complessi dal punto di vista tecnico. 

Per ora, il rilascio completo è previsto per la fine dell’anno, ma, come spesso accade, non si esclude la possibilità di un ritardo. 

wallet web3 polygon
Il wallet di Robinhood per accedere all’universo del Web3

Robinhood centra di nuovo il bersaglio

Queste sono le grandi mosse di cui l’intero settore necessita per avvicinare sempre più utenti al mondo decentralizzato, dove ognuno è padrone di se stesso e di agire senza rendere conto ad una figura centrale. 

La decisione presa da una realtà come quella di Robinhood non è altro che un ulteriore grande passo verso l’adozione di massa delle crypto e della tecnologia blockchain in generale. 

Tra poco, ben 22,9 milioni di utenti potranno scoprire i benefici della DeFi, portando ad un livello superiore la propria esperienza nel mondo delle criptovalute.

È ancora presto per dirlo, ma sembra che Robinhood abbia di nuovo centrato in pieno il bersaglio. 

La piattaforma, infatti, è nota per semplificare quei processi che altrimenti sarebbero più complessi, soprattutto per i neofiti. 

Il punto è proprio questo, perchè grazie all’interfaccia estremamente user-friendly, è in grado di avvicinare la massa a determinate operazioni, che fino a qualche anno fa appartenevano ad una nicchia più ristretta. 

Lo ha fatto con i titoli azionari, poi con le criptovalute, ed ora con il Web3, che aspetta solo di offrire le infinite potenzialità ad un bacino di utenti molto più ampio.

L’ingresso di milioni di consumatori in un determinato settore, ne incentiva lo sviluppo e l’innovazione, e Robinhood sta sicuramente accelerando questo processo. 

Johann Kerbrat, Chief Technology Officer di Robinhood Crypto, ha rivelato:

“Il lancio della beta del Robinhood Wallet segna un passo significativo in avanti nel nostro viaggio per rendere Robinhood la piattaforma crypto più semplice ed affidabile per gli utenti. Come abbiamo già fatto con il mercato azionario, Robinhood Wallet elimina alcune delle complessità del Web3 e della DeFi, in modo da rendere le crypto più accessibili a tutti”.

La partnership con Polygon

Il wallet è stato sviluppato in partnership con Polygon, il layer 2 di successo della blockchain Ethereum. La scelta è stata guidata dalla sua scalabilità, velocità, economicità delle commissioni di rete e da un solido ecosistema di sviluppatori. 

Questi fattori, insieme, garantiscono un’esperienza di trading ottimale per qualsiasi utente, soprattutto per chi vuole operare con piccole somme di denaro. 

Per ora, sarà l’unica blockchain supportata, ma non è da escludere che il nuovo wallet adotterà un orientamento multi-chain, soprattutto verso quelle compatibili con l’EVM, considerata la scelta iniziale. 

Questo significa che Polygon sarà la prima rete ad essere supportata dal Robinhood Wallet. Non a caso, poco tempo fa, l’app di investimenti aveva abilitato depositi e prelievi in MATIC, implementando così il supporto dei trasferimenti sulla blockchain PoS di Polygon. 

Di conseguenza, gli utenti potranno acquistare la crypto in app e trasferirla senza soluzione di continuità al proprio wallet non custodial, spalancando le porte al fantastico mondo delle dApp presenti nell’ecosistema Polygon. 

C’è da dire che, attualmente, sono quelle che coprono la porzione maggiore del mercato. Ci si riferisce ad ecosistemi già molto estesi rispetto ad altri, come quello di Binance, Avalanche, Cronos e, ovviamente, Ethereum che fa da padrone. 

Eliano Martellucci

Eliano è laureato in Economia e gestione aziendale e sta per concludere gli studi specialistici in Finanza presso l'Università di Trento (UNITN). Si appassiona al mondo crypto e blockchain durante l'estate del 2017 e da lì non lo ha più abbandonato. Ora lavora come editor & SEO specialist in Cryptonomist, scrive articoli ed investe, sia in asset Blue Chip, che in fase iniziale. Inoltre, sta sviluppando il suo ultimo progetto di tesi dal titolo: "Uno studio sulla Sentiment Analysis del mercato crypto attraverso algoritmi di Machine Learning in python".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.