HomeBlockchainZkSync: la soluzione L2 incentrata su privacy e scalabilità sorpassa la blockchain...

ZkSync: la soluzione L2 incentrata su privacy e scalabilità sorpassa la blockchain di Ethereum per numero di transazioni

ZkSync, blockchain di tipo layer-2 sviluppata dal fornitore Matter Labs ed incentrata su scalabilità e privacy, ha superato per la prima volta la rete principale di Ethereum per numero di transazioni eseguite.

Negli ultimi 30 giorni infatti, Zksync ha registrato un totale di 34,7 milioni di transazioni contro i 34,2 milioni di Ethereum.

Questo è dovuto principalmente dal nuovo trend delle inscriptions, che dopo aver preso di mira il network Bitcoin, si sta ora ampliando all’interno del settore delle chains EVM.

Vedremo se l’attenzione su questo tipo di prodotti digitali rimarrà elevata anche nel 2024.

Tutti i dettagli di seguito.

ZkSync, rollup focalizzato su privacy e scalabilità, sovraperforma la blockchain di Ethereum grazie al trend delle inscriptions 

Il rollup a conoscenza zero ZkSync, che focalizza i suoi sforzi sull’ottimizzazione della scalabilità e della privacy, è riuscito a sovraperformare la blockchain di Ethereum,  ovvero la stessa su cui si appoggia come layer di secondo livello.

Negli ultimi 30 giorni, secondo i dati di L2Beat su ZkSync sono state eseguite ben 34,7 milioni di transazioni mentre sul suo network principali  34,2 milioni, per una differenza positiva circa mezzo milione di transazioni.

Con questo record il L2 si posiziona al primo posto nella classifica delle reti EVM che hanno registrato più tx recentemente, davanti ai competitor Arbitrum, Optimism, DyDx v3, Base e ImmutableX.

Questi dati sono giustificati dalla recente introduzione e diffusione delle “inscriptions”, ovvero una funzionalità di iscrizione su metadati originaria di Bitcoin,  su tutte le reti che supportano la macchina virtuale di Ethereum, incluso il vasto panorama dei L2 di Ethereum.

Le inscriptions consentono di ottenere degli NFT alternativi alle classiche risorse generate tramite smart contract, aggiungendo informazioni come testo, immagini, video e addirittura codice aggiuntivo all’interno dell’ID di una transazione, il tutto senza perdere i vantaggi lato privacy e sicurezza.

Ciò, sebbene può sembrare più macchinoso e talvolta anche obsoleto, permette di risparmiare fees quando si tratta di includere dati complessi all’interno di uno smart contract e dunque viene preferito dagli sviluppatori e dagli utenti.

I dati di L2Beat evidenziano che la blockchain zkSync ha registrato il suo più grande aumento di transazioni mensili il 16 dicembre. 

È stato allora che l’iscrizione alla sincronizzazione è stata lanciata sulla rete e ha costituito 4,6 milioni dei 5,3 milioni di transazioni solo quel giorno,secondo i dati di Dune aggregati dall’analista di Dragonfly Hildobby.

È raro che una rete L2 superi il suo network principale nelle metriche on-chain, ma visto l’interesse e lo sviluppo che orbita nell’ultimo periodo all’interno del settore dei rollups di Ethereum e la narrativa sempre più avvincente delle inscriptions, è possibile che in futuro queste occasioni diventeranno sempre più frequenti.

L’ecosistema crittografico di ZkSync

Non è la prima volta che la blockchain layer-2 Zksync fa parlare di sè, essendosi resa protagonista di diversi primati nell’ultimo anno, grazie soprattutto ad un ecosistema crittografico sempre più in crescita.

La soluzione rollup a conoscenza zero è stata lanciata a marzo ed è sin da subito riuscita nell’intento di scalare la rete principale di Ethereum, senza compromettere la sicurezza e la privacy dell’infrastruttura.

In poco tempo si è affermata come una delle protagoniste del settore delle chain EVM, raggiungendo un Total Value Locked parecchio elevato.

In particolare ad oggi ZkSync conta un TVL pari a 581 milioni di dollari, secondo solo alle versioni optimistic rollup di Arbitrum ed Optimism, che contano valori bloccati superiori al miliardo di dollari, e ai concorrenti Metis e Base.

Non è escluso che la soluzione crittografica di Matter Labs riuscirà a scalare ulteriormente la classifica nei prossimi mesi, arrivando nella top 3 dei L2 più utilizzati al mondo, specialmente qualora dovesse essere lanciato un gas token per supportare la sua crescita.

Osservando più da vicino la composizione di questa blockchain, vediamo che i protocolli che più hanno contribuito alla sua scalata sono per la maggior parte DEX, che consentono lo scambio di criptovalute on-chain attraverso una piattaforma a struttura AMM (Automated Market Maker).

Tra questi, i preferiti dagli utenti del mondo DeFi sono stati ZKSwap, SyncSwap, Mute.io, Maverick, Velocore, Space.Fi, IziSwap, Pancakeswap e ZkSwap Finance.

Complessivamente i DEX su Zksync inglobano la maggior parte del TVL gestito sulla rete, incanalato nella moltitudine di pool decentralizzate che permettono il libero scambio di risorse crittografiche.

A seguire la categoria che più ha influito sul successo di ZkSync sono le piattaforme di Lending come Reactor Fusion, Zero Lend, e ZkLend.

Infine troviamo applicazioni decentralizzate per il trading con derivati come Derivio, Holdstation, Satori, Rollup Finance, e Fulcrom.

In tutto ciò c’è da considerare poi il boost delle attività on-chain che è stato conferito grazie alla narrativa dei crypto airdrop, che hanno spinto gli utilizzatori dei rollup di Ethereum, a preferire questa blockchain proprio a causa della possibilità di un reward per i suoi early adopters.

Con 458 milioni di dollari ottenuti come finanziamento da investitori esterni, Zksync promette infatti di svolgere uno degli airdrop più grandi nella storia del mondo blockchain.

Questo fattore, insieme al nuovo trend delle inscriptions, potrebbe portare la rete L2 su un’altro livello, dove l’immaginazione ancora non può arrivare.

privacy ethereum blockchain
Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS