HomeBlockchainBitget Wallet lancia un portafoglio MPC con supporto per la blockchain di...

Bitget Wallet lancia un portafoglio MPC con supporto per la blockchain di Telegram TON

Bitget Wallet ha appena sganciato una bomba a mano annunciando il lancio di un wallet MPC collegato con Telegram e la blockchain di TON.

Si tratta del primo portafoglio di calcolo multiparte sviluppata all’interno dell’ecosistema Telegram, in grado di offrire maggiore sicurezza e flessibilità alla community

La collaborazione tra TON e Bitget potrebbe favorire l’onboarding di una massa di utenti ambo le parti, spingendo l’adozione delle criptovalute.
Vediamo tutti i dettagli di seguito.

Che cos’è un wallet “multi-party-computation” (MPC)?

Prima di addentrarci nella news che vede protagonisti Bitget Wallet e la blockchain TON di Telegram, vediamo brevemente cos’è un portafoglio MPC.

I cosiddetti wallet di calcolo multiparte sono delle soluzioni non custodiali che utilizzano la crittografia a chiave pubblica in modo collaborativo per firmare transazioni.

Solitamente per ogni wallet privato esiste un singolo titolare che detiene e custodisce le chiavi private necessarie per avanzare operazioni.

In questo caso invece, gli MPC sono pensati per offrire un’operatività condivisa tra più utenti, “spezzettando” la chiave privata in più parti: ogni utente detiene una quota di questa risorsa, sufficiente a garantire la partecipazione crittografica su blockchain.

Questo tipo di approccio elimina la necessità di rivelare la chiave completa su più dispositivi, migliorando dunque la sicurezza in un ambiente digitale condiviso.

Quando una transazione richiede una firma, i cointestatari del portafoglio collaborano per generare la firma senza ricostruire interamente la chiave privata, garantendo che le risorse rimangano sicure durante tutto il processo.

bitget wallet mpc telegram ton
Fonte: https://medium.com/1kxnetwork/wallets-91c7c3457578

I vantaggi dell’utilizzo di un wallet MPC, come quello ideato da Bitget Wallet con supporto per TON blockchain, sono molti.

In primis offrono una sicurezza senza precedenti, permettendo di mitigare i rischi del processo di autocustodia di frasi mnemoniche.

Offrendo inoltre una collaborazione fluida tra diverse parti, queste soluzioni aggiungono flessibilità e massimo controllo agli utenti finali.

È importante notare tuttavia che ci sono anche degli svantaggi, in quanto gli MPC sono tendenzialmente più costosi da utilizzare e talvolta risultano molto lenti.

Non tutti i portafogli MPC sono poi open-source ed interoperabili, dunque la loro usabilità potrebbe essere limitata: proprio per questo Bitget ha pensato di aggiungere un integrazione per l’ecosistema Telegram.

Differenza tra wallet multisig e MPC

Da sottolineare come i wallet di calcolo multiparte differiscono dai wallet multisignature, anche se presentano caratteristiche simili.

In particolare i portafogli multifirma consentono anch’essi l’utilizzo condiviso tra più utenti, ma richiedono l’autenticazione di DUE O PIÙ chiavi private.

Mentre gli MPC si basano sul frazionamento di una singola chiave privata, qui ogni cointestatario del wallet detiene una chiave per intero.

Quando una delle parti costituenti del multisignature avanza una transazione, le altre devono firmare l’operazione mostrando la propria frase d’accesso segreta.

Ogni chiave privata corrisponde poi alla chiave pubblica, cioè all’indirizzo crittografico di ogni “signers”. Solitamente queste soluzioni richiedono la firma di una sola parte dei potenziali signers, ad esempio 2 su 4 o 3 su 4.

Fonte: https://medium.com/1kxnetwork/wallets-91c7c3457578

Sia i wallet multisig che gli MPC sono pensati per rafforzare la sicurezza informatica su blockchain ed offrire più flessibilità nella gestione di un portafoglio condiviso.

In linea generale i wallet MPC risultano più semplici ed intuitivi da implementare, mentre i multisig possono essere considerati maggiormente impenetrabili.

Proprio per quest’ultimo motivo, diversi team di progetti crittografici gestiscono le proprie finanze digitali su soluzioni multifirma. Safe rappresenta il provider multisig più conosciuto ed utilizzato nel mondo blockchain.

Bitget Wallet lancia soluzione MPC per l’ecosistema Telegram e la blockchain di TON

Dopo l’introduzione iniziale, passiamo al cuore della notizia di oggi che vede Bitget Wallet lanciare una soluzione MPC con integrazione per la blockchain di TON

La scelta di sviluppare un prodotto del genere è motivata dal fatto che questa tipologia di portafoglio non è ancora presente all’interno dell’ecosistema Telegram.

Infatti tutti i wallet a calcolo multiparte si riferiscono ad ambienti EVM (Ethereum) e SVM (Solana), oltre alle varie coperture esistenti su Bitcoin.

Così facendo Bitget aggiunge uno strumento comodo e sicuro alla comunità di TON, in forte ascesa negli ultimi mesi grazie al trend delle mini-app di Telegram.

Il team dell’exchange Bitget aveva già inaugurato ad ottobre dello scorso anno la tecnologia MPC lanciando una propria soluzione di portafoglio condiviso non-custodiale.

Con questa nuova mossa la società crittografica con sede alle Seychelles si apre alla vastità del mondo Telegram, aggiungendo una nuova componente tecnologica.

Questo traguardo sottolinea il commitment di Bitget nel supportare lo sviluppo di un ambiente blockchain sicuro in grado di  migliorare l’esperienza utente.

In futuro molto probabilmente la tecnologia MPC verrà lanciata anche su altre catene emergenti, seguendo gradualmente le necessità dei nuovi clienti.

Ora, con questo nuovo prodotto disponibile sul campo di TON, i seguaci dell’ecosistema Telegram possono unirsi più facilmente nell’interazione con la suite di dapp.

Specialmente nel settore gaming, questa integrazione apre a nuove tipologie di connessioni digitali, consentendo di gestire un semplicemente un portafoglio in più persone.

Prepariamoci all’era dei mini-game di squadra sviluppati su Telegram ed alimentati da TON con l’ausilio parallelo dei software di Bitget.

Partnership Bitget e Telegram: possibilità di crescita su entrambi i fronti

La partnership tra Bitget e TON, oltre ad introdurre un vantaggio sul fronte tecnologico, crea i presupposti per una crescita di entrambe le comunità.

Grazie al supporto del social media Telegram, che conta quasi 1 miliardo di utenti attivi, TON ha il potenziale per portare gli utenti Web2 nello spazio Web3.

Questo permette automaticamente di far conoscere agli stessi clienti Web2 tutti i prodotti sviluppati da Bitget, con possibile onboarding sul crypto exchange.

La fama e popolarità della blockchain di TON, che conta un TVL di 700 milioni di dollari, potrebbe dunque attirare nuovi clienti in casa Bitget.

Da sottolineare anche come la rete TON, a dimostrazione del suo massivo utilizzo, abbia da poco segnato il traguardo delle 100 milioni di transazioni. A giugno dello scorso anno contava appena 10 milioni di tx.

Fonte: https://cryptoquant.com/community/dashboard/664f4181175b1a29569339c1

Allo stesso tempo la soluzione MPC di Bitget Wallet facilita l’onboarding di nuovi utenti sull’ecosistema Telegram. Infatti essa consente di creare e importare portafoglio tramite e-mail, Google, ID Apple e altri metodi senza bisogno di custodire frasi mnemoniche o chiavi private.

Questa nuova soluzione è pensata proprio per sostenere la prossima ondata di adozione mainstream delle criptovalute: è chiaro che con la crescita dell’industria crittografica sono necessarie nuove soluzioni per il supporto blockchain non-custodiale, in particolar modo per gestione di asset in modo condiviso.

In merito a questa notizia lvin Kan, COO di Bitget Wallet, ha dichiarato quanto segue:

“Bitget Wallet si dedica alla costruzione di infrastrutture cruciali, all’introduzione di prodotti innovativi e alla promozione dell’adozione di massa delle criptovalute.In qualità di portafoglio leader nell’ecosistema TON, miriamo a fornire un punto di ingresso senza eguali nel Web3 per gli utenti Web2.”

Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick