Facebook cambia i piani per il progetto Libra
Facebook cambia i piani per il progetto Libra
Criptovalute

Facebook cambia i piani per il progetto Libra

By Marco Cavicchioli - 4 Mar 2020

Chevron down

La BBC ha pubblicato oggi un articolo in cui sostiene che Facebook stia ripensando i suoi piani per il progetto della stablecoin Libra. 

Secondo quanto riferito alla BBC, infatti, le resistenze all’approvazione del progetto da parte dei regolatori stanno costringendo di fatto Facebook a pensare ad opportune modifiche, visto che la società ha dichiarato più volte di essere disposta a mettere sul mercato la sua stablecoin solo con l’approvazione dei regolatori. 

Una delle questioni in ballo, così come già anticipato a dicembre dello scorso anno, riguarda il paniere di valute a supporto della stablecoin. 

Così come sostenuto dal Presidente della Confederazione svizzera, Ueli Maurer, il paniere di valute che sosterrebbe Libra non è accettato dalle banche nazionali e, visto che la sede di Libra è proprio in Svizzera, le parole di Maurer a dicembre suonarono come una specie di campana a morte per il progetto, qualora avessero deciso di andare avanti per questa strada. 

Anche il co-fondatore di Wirex, Georgy Sokolov, tempo fa ebbe modo di esprimere a The Cryptonomist forti dubbi riguardo il progetto Libra, proprio a causa del fatto che la stablecoin si immaginava fosse basata su un paniere di più valute. 

Infatti, anche secondo Bloomberg ed il sito tecnico The Information, ora il progetto Libra si starebbe orientando non su un’unica stablecoin supportata da un paniere di valute fiat, ma su un sistema con diverse versioni digitali di valute consolidate, tra cui dollaro ed euro

Quindi l’Associazione Libra, con sede in Svizzera, dovrebbe continuare ad esistere ed a coordinare il progetto, che però potrebbe non prevedere l’emissione di un’unica stablecoin, ma di diverse stablecoin ognuna supportata da una singola valuta fiat

D’altronde questo è quello che già succede da tempo sul mercato crypto, dove ormai esistono decine di stablecoin ancorate a valute fiat, ma nessuna di quelle di successo è basata su un paniere di più valute. 

Il responsabile della politica e delle comunicazioni dell’Associazione Libra, Dante Disparte, ha dichiarato:

“L’Associazione Libra non ha modificato il proprio obiettivo di costruire una rete di pagamento globale conforme alle normative, e i principi di progettazione di base che supportano tale obiettivo non sono stati modificati, così come non è stato modificato il potenziale di questa rete per promuovere l’innovazione futura”. 

Facebook comunque ha dichiarato di essere ancora pienamente impegnata nel progetto Libra e pare intenzionata a voler lanciare il proprio wallet Calibra nell’autunno del 2020.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.