La profezia di Ray Dalio: Bitcoin sarà messo fuori legge
La profezia di Ray Dalio: Bitcoin sarà messo fuori legge
Bitcoin

La profezia di Ray Dalio: Bitcoin sarà messo fuori legge

By Eleonora Spagnolo - 3 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Bitcoin rischia di essere messo fuori legge: questo è il pensiero espresso (nuovamente) da Ray Dalio. 

I timori di Ray Dalio per Bitcoin

Ray Dalio è il fondatore del fondo di investimento Bridgewater Associates. In un recente pocast riportato da NewsBitcoin.com è tornato ad esprimere la sua opinione secondo cui Bitcoin potrà essere presto messo fuori legge, come accaduto in passatoad altri beni considerati una difesa contro l’inflazione, quali oro e argento. 

I governi, a suo giudizio, vogliono avere il monopolio del denaro, per questo ora temono BTC come in passato hanno temuto l’oro.

Ma, a proposito di oro, Dalio rientra tra coloro che non mettono sullo stesso piano oro e Bitcoin, e anzi sembra più fiducioso nel gold piuttosto che in BTC, nonostante le performance.

Lui stesso ha degli investimenti in Bitcoin ed in Ethereum, una percentuale piccola del suo portafoglio.

Gli avvertimenti di Ray Dalio

Ray Dalio diverse volte ha espresso scetticismo su Bitcoin. Non perché non creda in BTC ma perché crede che sia qualcosa che si porti dietro altre conseguenze. Ad esempio, la volatilità non lo rende un buon mezzo di scambio. In più, se anche diventasse una moneta di successo tale da “minacciare” le valute legali, i governi potrebbero metterlo bannarlo.

È un concetto che il miliardario ha ribadito qualche mese dopo a Yahoo Finance, sottolineando che i governi vogliono il monopolio delle monete e non hanno voglia di competere con altre valute, se ciò accade, la sola alternativa è mettere fuori legge la valuta rivale. A suo dire, è la storia che si ripete, come ha sottolineato in un intervento su Linkedin ad aprile 2021.

Ray Dalio bitcoin
Secondo Ray Dalio BTC rischia di essere dichiarato illegale

Miliardari che investono in criptovalute

Ray Dalio, pur essendo scettico su Bitcoin, lo ha comunque inserito nel suo portafoglio di investimenti. Del resto, proprio perché la storia si ripete, con l’alto numero di banconote stampate durante la pandemia, era facile prevedere che l’inflazione avrebbe colpito duramente gli Stati Uniti, e per proteggersi i più navigati nel mondo della finanza cercano soluzioni alternative. È quel che ha fatto Ray Dalio, nonostate i timori. Ma è in buona compagnia.

Possiede Bitcoin anche Elon Musk, il CEO di Tesla, considerato l’uomo più ricco al mondo.

A maggio 2020 ha fatto il suo ingresso nel mondo delle criptovalute anche Paul Tudor Jones, gestore di uno dei più grandi hedge fund al mondo, Tudor Investment Corporation.

Si potrebbero menzionare anche le aziende che hanno voluto inserire Bitcoin nei loro bilanci, una su tutte: Microstrategy. L’azienda guidata da Michael Saylor ha acquistato ben 124.391 BTC da agosto 2020. L’ultimo acquisto è stato comunicato il 30 dicembre 2021. Ad una media di 30.000 dollari per ogni Bitcoin, l’azienda vanta ora un totale di 3,75 miliardi di dollari in BTC inserito nel suo patrimonio.

La filosofia di Michael Saylor resta la stessa: hodl.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.