7 modi in cui è possibile utilizzare le proprie criptovalute
Wiki

7 modi in cui è possibile utilizzare le proprie criptovalute

By Michele Porta - 22 Set 2019

Chevron down

Le criptovalute, per la maggior parte delle persone, sono generalmente considerate solamente investimenti ad alto rischio.

Tuttavia, la maggior parte delle criptovalute, come ad esempio BTC o LTC, sono state create per essere utilizzate nel mondo reale e di conseguenza possono avere una vasta gamma di casi d’uso.

Qui di seguito verranno elencati sette dei più noti dei casi d’uso delle criptovalute.

Trasferimenti di denaro a basso costo

Uno dei modi più noti per utilizzare le criptovalute è quello di inviare e ricevere pagamenti a basso costo ed in tempi ridotti.

Ad esempio, una recente transazione da ben 1 milliardo di dollari è costata al mittente solamente 700 dollari in commissioni, pari allo 0.00007% di fee.

Se questo trasferimento di denaro fosse passato attraverso un intermediario finanziario, le commissioni sarebbero state esponenzialmente più elevate ed il trasferimento avrebbe richiesto sicuramente diversi giorni, oltre a richiedere varie autorizzazioni.

Un deposito a prova di censura

Un semplice conto bancario potrebbe essere congelato per svariati motivi.

Basta essere accusati, magari anche ingiustamente, di cattiva condotta finanziaria. Potrebbe anche  succedere che la banca in cui si detengono i propri fondi vada in difficoltà fino al fallimento.

Le criptovalute, come bitcoin, fungono da riserva alternativa di ricchezza a prova di censura a cui solo l’individuo con le chiavi private del wallet può avere accesso.

Di conseguenza, nessun wallet personale di bitcoin potrà mai essere congelato dalle autorità finché non riuscirà ad entrare in possesso delle chiave private.

Investire in startup innovative

L’emergere della raccolta di fondi basata su token ha consentito a chiunque disponga di una connessione Internet e qualche risparmio di diventare un investitore in startup.

Le ICO, e nell’ultimo periodo le IEO, sono una nuova forma di raccolta fondi che offrono alle startup l’opportunità di raccogliere capitali vendendo token digitale collegati al proprio progetto.

In passato, l’accesso a questi tipi di investimenti era disponibile solo per i venture capitalist, ma l’avvento delle criptovalute ha aperto queste opportunità a uno spettro di investitori molto più ampio.

Effettuare transazioni private

Le valute digitali incentrate sulla privacy come Monero (XMR) e Zcash (ZEC) consentono agli utenti di effettuare transazioni finanziarie anonime.

Ciò significa che chiunque può effettuare trasferimenti di denaro senza dover dare alcuna spiegazione alla banca sul perché stia spostando una grossa somma di denaro, oppure quali sono le fonti dei fondi ed a chi vengono indirizzate.

Ricevere token per pubblicare contenuti

La prima piattaforma di social media e blogging incentivata al mondo, Steemit, consente agli editori di ricevere ricompense finanziarie sotto forma di criptovaluta per pubblicare contenuti di qualità.

Steemit aiuta finanziariamente i suoi utenti premiandoli per aver contribuito alla piattaforma invece di raccogliere i dati degli utenti e venderli a terze parti come fanno altre piattaforme.

Viaggiare per il mondo

Un altro dei modi più ricorrenti per utilizzare le proprie criptovalute è quello di regalarsi un viaggio.

Grazie alla crescita dell’ecosistema delle criptovalute negli ultimi anni, è ora possibile viaggiare per il mondo utilizzando solamente crypto.

Agenzie di viaggio affermate, come ad esempio Destinia, accettano bitcoin (BTC) come metodo di pagamento per prenotare voli ed autonoleggi.

Per coloro che preferiscono soggiornare in un hotel quando viaggiano possono prenotare un alloggio utilizzando Travala o TravelbyBit.

Inoltre, con la crescita del mercato degli ATM bitcoin, i viaggiatori possono convertire le proprie criptovalute nella valuta locale nelle principali città del mondo.

Viaggiare nello spazio

La Virgin Galactic, compagnia di viaggi spaziali commerciali di Richard Branson, ha dichiarato di accettare pagamenti bitcoin per le prenotazioni dei futuri viaggi nello spazio.

La compagnia con sede in California però non è ancora riuscita a lanciare con successo un volo spaziale commerciale.

Molti futuri astronauti hanno già pagato i loro biglietti del valore di circa 250mila dollari in bitcoin, inclusi i famosi gemelli Cameron e Tyler Winklevoss.

Michele Porta
Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Entra nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali crypto sul mercato. Spera in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.