banner
Cresce l’adozione delle criptovalute: 106 milioni di utenti
Cresce l’adozione delle criptovalute: 106 milioni di utenti
Criptovalute

Cresce l’adozione delle criptovalute: 106 milioni di utenti

By Eleonora Spagnolo - 26 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’adozione delle criptovalute è cresciuta enormemente, e a gennaio 2021 si contano ben 106 milioni di utenti. Questo è quanto ha rilevato un’analisi di Crypto.com.

Secondo il report, a guidare l’adozione delle criptovalute sono stati alcuni fatti chiave:

  • La crescita del prezzo di Bitcoin;
  • Il boom del settore DeFi;
  • L’avvio di servizi crypto di Paypal;
  • L’adozione da parte di investitori istituzionali, a partire da MicroStrategy e Grayscale.

Il percorso verso l’adozione di massa delle criptovalute

Il numero degli utenti crypto secondo il report è quasi raddoppiato in un anno. A marzo 2020 infatti si contavano 66 milioni di persone che aveva criptovalute, mentre 10 mesi dopo sono ben 106 milioni. 

L’analisi si concentra in particolare sugli utenti di Bitcoin ed Ethereum, analizzando i movimenti compiuti su almeno 24 exchange, tra quelli più conosciuti. Dalle tabelle emergono alcuni dati interessanti. A gennaio 2021 ci sarebbero almeno 71 milioni di persone che posseggono Bitcoin, 14 milioni che posseggono Ethereum. Il 25% degli utenti di criptovalute possiede sia Bitcoin, sia Ethereum, mentre c’è un 35% che possiede criptovalute ma non BTC né ETH. L’89% utilizza gli exchange. 

La popolazione crypto è cresciuta significativamente a partire da agosto 2020. A luglio infatti l’analisi di Crypto.com stima 74 milioni di utenti crypto, che crescono a 88 milioni ad agosto. La popolazione rimane stabile fino a dicembre 2020 (92 milioni di utenti), e poi cresce di nuovo fino a 106 milioni a gennaio 2021.

Alla crescita di agosto secondo il report avrebbe contribuito la cosiddetta “DeFi mania”. 

A trascinare la crescita del periodo dicembre 2020 / gennaio 2021, secondo Crypto.com, è stato invece il rally di Bitcoin. In questo bimestre infatti il prezzo di Bitcoin è passato dai 20.000 dollari segnati il 17 dicembre, al picco di 40.000 segnato l’8 gennaio. Il rally, sostiene la ricerca, è stato pompato dagli utenti esistenti, e sostenuto da quelli nuovi. 

Sarà interessante vedere a quanto ammontano i nuovi utenti di febbraio. Il mese che sta per concludersi infatti ha visto notizie interessanti quali l’acquisto di Bitcoin da parte di Tesla. Questa è una delle ragioni che ha fatto registrare nuovi record su Bitcoin arrivato ad un passo dai 60.000 dollari. Anche Ethereum per la prima volta nella sua storia ha oltrepassato il valore dei 2.000 dollari. 

Questi fattori potrebbero aver contribuito alla FOMO (Fear of Missing Out) e aver fatto crescere ulteriormente l’adozione delle criptovalute. 

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.