Mt. Gox si prepara a pagare i creditori
Mt. Gox si prepara a pagare i creditori
Criptovalute

Mt. Gox si prepara a pagare i creditori

By Marco Cavicchioli - 7 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi, giovedì 7 luglio 2022, il curatore fallimentare di Mt. Gox ha inviato una lettera ai creditori dicendo che si stanno preparando ad effettuare i rimborsi. 

In arrivo i rimborsi per chi è rimasto coinvolto nello scandalo di Mt. Gox

rimborsi mt. gox
Mt. Gox si appresta a risarcire gli utenti finanziariamente danneggiati

Il piano per i rimborsi era stato elaborato più di un anno fa, mentre ad ottobre ha ricevuto l’approvazione dei creditori. 

Nella lettera di oggi il curatore fallimentare afferma che si sta attualmente preparando ad effettuare i rimborsi in conformità con il piano di riabilitazione approvato, reso definitivo e vincolante il 16 novembre 2021 con l’ordine di conferma del tribunale distrettuale di Tokyo.

Per fornire ulteriori informazioni ai creditori su come procederà il piano, sono stati pubblicati sul sito di Mt.Gox dei documenti riguardanti le informazioni sulle procedure di rimborso, una panoramica su queste procedure, ed il rapporto sullo stato del processo aggiornato al 6 luglio 2022. 

Questi documenti contengono le informazioni più dettagliate che possono essere divulgate in questo momento. 

Da questi documenti risulta che attualmente il valore dei fondi a disposizione del curatore è di circa 66,5 miliardi di Yen giapponesi, pari a circa 490 milioni di dollari. Si tratta di circa 141.686 BTC e 142.846 BCH. 

I rimborsi saranno pagati, a scelta, o in valuta fiat o in criptovalute. 

Come avverrà il rimborso

Per i pagamenti in valuta fiat sarà possibile richiedere l’accredito su conto corrente bancario, oppure su PayPal e NIUM. Le valute disponibili sono dollari, euro e yen. 

Invece, per i pagamenti in criptovalute non sarà possibile farseli inviare ad un proprio wallet non custodian. 

Infatti, sarà possibile solamente indicare su quale exchange li si vorrà ricevere, scegliendo tra una ristretta lista di exchange che non è stata ancora comunicata. 

Proprio per questo è ipotizzabile che i pagamenti in criptovalute non inizino a breve. D’altronde verrà data precedenza a quelli in valuta fiat. 

La data dell’avvio dei pagamenti in BTC e BCH non è ancora nota, ma occorrerà comunque attendere anche il via libera della Corte. 

Alla luce di ciò e viste le tempistiche molto lunghe che si sono verificate fino ad ora, è difficile immaginare che il rilascio dei BTC e dei BCH di Mt. Gox possa avvenire a breve. 

Non è ancora nemmeno noto quanti creditori verranno pagati in fiat, e quanti, invece, riceveranno BTC e BCH, quindi non è ancora possibile sapere né quanti Bitcoin verranno venduti direttamente dal curatore per incassare le valute fiat da pagare ai creditori, né quanti verranno restituiti come tali sugli exchange selezionati. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.