HomeCriptovaluteBitcoinPerché Bitcoin sta salendo? Analisi del prezzo della crypto

Perché Bitcoin sta salendo? Analisi del prezzo della crypto

Quest’oggi Bitcoin registra una crescita dell’1,7% tale da riportare le quotazioni della più grande crypto asset al di sopra dei 66.000 dollari, aumentando le possibilità di una continuazione del bull market: ma perchè BTC sta salendo oggi? 

Quali sono le cause che stanno favorendo l’insorgenza dei tori a sfavore degli orsi?

Analizziamo la situazione insieme.

Perché Bitcoin sta salendo oggi? le cause principali

Bitcoin segna oggi una crescita dell’1,7%, raggiungendo i 66.340 dollari e rafforzando la tesi secondo cui l’ultimo movimento ribassista si possa identificare come un ritracciamento di un trend rialzista più ampio.

Ma perchè Bitcoin sta salendo nella giornata di oggi? In che fattori è da ricercarsi la causa principale di questo movimento inaspettato?

In primis, la pressione d’acquisto nelle ultime ore potrebbe essere dovuta agli inflow degli ETF USA, che nella sessione del 16 maggio hanno registrato ingressi per  257 milioni di dollari.

I fondi IBIT e ARKB, rispettivamente gestiti da BlackRock e Ark Invest, guidano la classifica dei compratori con inflow complessivi di 160 milioni di dollari.

Da sottolineare l’inflow positivo, seppur minuto, dell’ETF di Grayscale da qualche giorno sembra aver interrotto la sua predisposizione verso la liquidazione dei propri asset.

Ishares Bitcoin Trust (IBIT) è senza ombra di dubbio il fondo che più ha guidato l’aumento dell’interesse istituzionale su Bitcoin, con 414 investitori segnalati nei primi mesi di listing.

Dal suo lancio a gennaio è cresciuto fino ad incorporare 16,6 miliardi di dollari rendendolo l’investimento Bitcoin più popolare per gli investitori regolari come le importanti società Millennium Management, Schonfeld Strategic Advisors e Aristeia Capital, le quali recentemente hanno svelato le proprie partecipazioni in IBIT.

Un altro fattore che potrebbe aver favorito la crescita del prezzo di Bitcoin oggi è la crescente domanda degli investitori del Chicago Mercantile Exchange (CME) per l’ingresso del gruppo nel settore degli ETF spot Bitcoin.

Il CME è stato il primo ETF futures approvato durante la bolla del 2017, nonché quello attualmente più scambiato con un open interest di 9 miliardi di dollari,  ma non ha ancora sperimentato l’effetto del trading del fondo con collaterale spot.

Sebbene l’azienda di Chicago abbia  lanciato le opzioni Bitcoin nel 2020 e i futures micro-Bitcoin a maggio 2021 per contratti più piccoli, ora potrebbe fare il grande passo e aggiungersi a BlackRock, Grayscale, Fidelity, ARK e compagnia.

Il passaggio del gruppo CME nel trading spot di Bitcoin potrebbe avere un impatto determinante sulla price action di Bitcoin. Gli investitori hanno anticipato sul mercato la possibilità di un evento del genere.

Infine l’ultimo motivo per cui il prezzo di Bitcoin sta salendo oggi, può essere correlato all’apertura positiva delle borse cinesi, con Shanghai che oggi segna un incremento positivo dell’1% portandosi a 3.154 punti.

Anche l’FTSE China A50 Index, ovvero un indice del mercato azionario del Gruppo FTSE, riporta quotazioni in rialzo dell’1,29% oggi.

Alibaba (BABA), una delle società più grandi e capitalizzate in Cina, registra uno dei guadagni più significativi degli ultimi mesi con una performance da +7%.

Sottolineiamo a tal proposito come Michael Burry, famoso investitore protagonista del film “The Big Short”, abbia di recente aggiunto quote significative sul suo investimento in Alibaba.

Il recupero della piazza d’affari orientale dopo un momento difficoltoso, potrebbe aver sostenuto anche la crescita di asset più speculativi come Bitcoin.

Analisi dei prezzi di BTC: recuperati i 66.000 dollari

Grazie all’impulso rialzista registrato oggi, Bitcoin è riuscito a recuperare la soglia di prezzo dei 66.000 dollari, suggerendo una possibile ripartenza bullish dopo la correzione dei  mesi di marzo e aprile.

Il bottom locale della crypto a 56.500 dollari, toccato durante la sessione di trading del 1 maggio 2024, viene ulteriormente enfatizzato con il recupero delle quotazioni attuali che si trovano sopra l’EMA 50 daily.

L’indice RSI è in leggero aumento, mentre i volumi spot non sembrano essere particolarmente incoraggiante, anche se due giorni fa sono stati registrati scambi importanti.

L’open interest a 17,5 miliardi fa ben sperare che presto ritorni la stessa FOMO da speculazione che ha permesso all’oro digitale di passare da da 39.000 a 73.000 dollari nel primo trimestre dell’anno.

Il funding rate è ancora in territorio positivo, evidenziando una tendenza maggiore alla leva sul fronte dei compratori piuttosto che dei venditori.

Ora per Bitcoin l’obiettivo è recuperare inizialmente i 70.000 dollari, e poi i 72.000 dollari per poi puntare a nuovi massimi storici.

Perché Bitcoin sta salendo?

Nel weekend potremmo assistere a un po ‘di influenza bearish con i prezzi che potrebbero far visita alla zona di supporto dei 64.000 dollari.

Ad ogni modo, se Bitcoin riuscirà ad aprire la prossima settimana affermandosi sopra i valori attuali, avrebbe ottime probabilità di proseguire nella sua corsa al rialzo, avvicinando l’appuntamento con i massimi storici.

Attenzione a non sovra-esporsi ad asset speculativi come Bitcoin in momenti di incertezza macro come questi, dove i prossimi dati su inflazione e tassi d’interesse potrebbero avere un’influenza fatale sulla direzionalità dei prezzi.

Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick