HomeWikiWalletWasabi: nuovo aggiornamento per il wallet crypto incentrato sulla privacy

Wasabi: nuovo aggiornamento per il wallet crypto incentrato sulla privacy

Wasabi, il crypto wallet focalizzato sulla privacy degli utenti e sull’anonimato delle transazioni sta per implementare un nuovo aggiornamento.

Con l’introduzione della versione v2.0.4 Wasabi diventa più veloce e semplice da utilizzare, migliorando di fatto l’esperienza utente per chi pratica Coinjoin.

Wallet crypto Wasabi: migliorata efficienza e velocità nel nuovo aggiornamento

Le ultime crypto news parlano di un aggiornamento in arrivo per il wallet Wasabi, un portafoglio bitcoin incentrato sui valori della privacy ed anonimato.
Domani alle ore 17 italiane (15.00 UTC)  verrà implementata la versione v2.0.4, aumentando la velocità di sincronizzazione iniziale di ogni wallet e  migliorando l’efficienza del software.

In particolar modo, visto che  la sincronizzazione della blockchain su Wasabi richiede generalmente un tempo di attesa iniziale molto elevato (anche diverse ore), si è pensato di accelerare questo passaggio dividendo il processo in due set distinti.


Solitamente la sincronizzazione nella fase iniziale comporta la verifica di OGNI  chiave derivata del wallet ( ne esistono diverse)  con tutti i blocchi che contengono transazioni rilevanti. Ciò comporta lo scaricamento del blocco e l’aggiornamento con le informazioni presenti nello stesso.

Con la nuova implementazione invece, lo stato del portafoglio  verrà testato una ed una sola volta rispetto a ogni filtro nell’ordine corretto della blockchain, evitando di imbattersi in falsi positivi e tagliando tempi di attesa molto lunghi. 


Questo approccio permette di aumentare la velocità di sincronizzazione del 90% e di migliorare l’efficienza del blockspace essendoci meno possibilità di riscontrare una transazione bloccata nella mempool.

Ottima notizia dunque per il wallet crypto Wasabi che fa un passo in avanti nella direzione della semplicità e dell’ottimizzazione delle sue funzionalità.

Wasabi wallet e le transazioni Coinjoin: una soluzione per l’anonimato degli utenti

Non tutti sanno che Wasabi wallet è un portafoglio crypto che integra una tecnica particolare per garantire la privacy e l’anonimato degli utenti, ovvero le transazioni Coinjoin.


Con questo termine si intende un processo di mixing dei propri bitcoin con altre monete appartenenti agli utenti della rete decentralizzata. Diversi individui possono decidere di mettere insieme i propri bitcoin, mixarli insieme  e ritirarli senza che si possa risalire alla loro provenienza iniziale.


In questo modo vengono eliminate le tracce del passato ed i bitcoin in uscita diventano “puliti” come se fossero stati appena minati. Chi pratica Coinjoin lo fa principalmente perché è interessato alla privacy e vuole che le proprie criptovalute siano anonime, senza marchio KYC collegabile.


Ricordiamo che questo è un processo (Coinjoin) valido solo ed esclusivamente per Bitcoin: esistono applicazioni che permettono di migliorare la privacy su altre monete crittografiche, come ad esempio Tornado Cash per Ethereum.


Il wallet Wasabi integra anche una feature per il software di navigazione anonima Tor, proteggendo il traffico internet degli utenti da occhi indiscreti.

C’è chi giudica negativamente CoinJoin perché aiuterebbe sostanzialmente anche i criminali informatici e soggetti malintenzionati a coprire le proprie tracce se commettono un illecito utilizzando Bitcoin.


Allo stesso tempo però la privacy sta diventando al giorno d’oggi un valore molto importante, che va difeso  e rispettato, pur considerando che c’è chi ne fa un uso improprio.

In una rete decentralizzata che si rispetti, garantire l’ anonimato dovrebbe essere la normalità piuttosto che un’eccezione. purtroppo però ancora oggi la maggior parte degli utenti preferisce usufruire di servizi comodi, rapidi ed economici, pur sottostando alle dure condizioni del KYC.

I migliori wallet per la custodia di Bitcoin

Wasabi non è l’unico wallet crypto in grado di mantenere elevata la privacy di chi utilizza bitcoin. Esistono altri portafogli, come ad esempio Samourai, che integrano nativamente Coinjoin e permettono agli utenti di raggiungere l’anonimato.
È importante sottolineare tuttavia che sia Wasabi che Samourai sono software wallet molto particolari, “difficili” da utilizzare e sconsigliabili ai neofiti.

Se si è nuovi nel mondo della criptovalute, molto meglio affidarsi inizialmente a provider affidabili di terze parti come Binance, Coinbase, Kraken e Bitget, pianificando di spostarsi su piattaforme non custodiali una volta aver imparato le skills necessario.


Generalmente è sempre meglio scegliere un servizio trustless , dove siamo noi gli unici ad avere il controllo delle chiavi private necessarie per firmare una transazione.


Ad ogni modo, se non si è esperti e non si conoscono le giuste informazioni, la self-custody potrebbe essere deleteria per l’utente finale, pena la perdita di tutti i fondi.


La strada verso la libertà e la privacy in ambito finanziario deve essere perseguita lentamente, mentre si studia attentamente il protocollo bitcoin e tutte le sue implicazioni.

La classifica dei wallet crypto


Dovendo tirare le somme, possiamo classificare i migliori wallet crypto in 3 gruppi in base all’esperienza dell’utente.

Neofiti:  custodia presso exchange centralizzati o piattaforme di terze parti.

Intermedi: hardware wallet come Trezor, Ledger, Bitbox o software wallet come Metamask, Coinbase Wallet, Trust Wallet ed Exodus

Esperti:  software wallet come Wasabi, Electrum, Samourai o hardware wallet come Trezor, Ledger, Bitbox per un focus sulla sicurezza.

Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS