HomeCriptovaluteCorgiAI: analisi della crypto meme dell’ecosistema Cronos

CorgiAI: analisi della crypto meme dell’ecosistema Cronos

In questo articolo esploriamo la crypto CorgiAI, memecoin appartenente all’ecosistema Cronos che negli ultimi giorni sta facendo parlare molto di sé.

La cosa che spicca subito all’occhio guardando CorgiAI è la performance di mercato registrata la scorsa settimana che ha portato il valore della moneta ad aumentare di circa 20 volte.

Con il ritorno dell’ottimismo in caso Bitcoin che recentemente ha rotto la soglia del 35.000 dollari  anche le crypto a bassa capitalizzazione tornano a segnare importanti numeri, facendo esaltare gli speculatori di shitcoin.

Vediamo se CorgiAI ha ancora spazio per un’altra leg up rialzista e se il progetto potrà avere un futuro nel lungo periodo.

Che cos’è la crypto CorgiAi?

CorgiAI è una progetto crittografico sviluppato sulla Cronos chain, rete appartenente all’exchange Crypto.com, basato sul tema dell’intelligenza artificiale.

Con il suo brand riprende anche  i tratti del piccolo cane da pastore “Welsh Corgi”, molto simpatico agli occhi degli amanti degli animali a causa della sua struttura lunga e schiacciata ( simile al bassotto) e per i suoi lineamenti vivaci e sorridenti.

La nascita di CorgiAI deriva dalla consapevolezza dei creatori del progetto di aver lavorato troppo assiduamente negli anni passati, tanto da aver dimenticato anche il giorno del proprio compleanno essendo stati sommersi dagli impegni.

Con l’avvento dell’AI e la diffusione di nuovi strumenti che semplificano gran parte delle mansioni lavorative di tutti i giorni, è stato possibile pensare in grande ed ambire ad un futuro più radioso di quello immaginato fino a pochi anni fa.

Da qui la nascita di un vero e proprio social club, in cui la community CorgiAi può costruire insieme applicazioni di successo all’interno dell’ecosistema Cronos, portando ad una nuova dimensione di divertimento il lavoro in gruppo.

Tutti i partecipanti del club hanno il solo compito di pensare in maniera creativa ed immaginare il futuro del web3 esplorando giorno per giorno nuove soluzioni AI.

Questo progetto vanta la presenza di una crypto chiamata con il suo  medesimo nome CORGIAI, che rappresenta la valuta decentralizzata di riferimento per la community.

Per dare valore a questa risorsa crittografica, il team della memecoin ha scelto di implementare un sistema di burn per ogni traguardo raggiunto dal gruppo.

Fino ad ora sono stati bruciati circa 40 milioni di CORGIAI pari ad un controvalore attuale di 35.600 dollari, e sono previste ulteriori diluizioni della supply futuri.

CORGIAI assolve anche funzioni di staking e permette agli utenti della comunità di ottenere una rendita fissa, con uno yield che varia in base al periodo di lockup.

Se si sceglie infatti di bloccare il token per un mese sulla piattaforma ufficiale, si ottiene un APR del 2.09%, se li si blocca per 6 mesi del 12,55%, per 12 mesi del 50,22% ed infine per 48 mesi del 150,66%.
Fate attenzione perchè i rendimenti sono variabili e potrebbero cambiare di molto mano a mano che la liquidità presente nella pool viene immessa o ritirata.

La strategia di CorgiAi per emergere all’interno dell’enorme panorama delle shitcoin basate su meme, è quella di dare la priorità allo sviluppo della propria comunità, nonché promuovere in generale le criptovalute e l’ambiente della finanza decentralizzata.

Il concetto di intelligenza artificiale è centrale per il progetto e rappresenta idealmente la tecnologia che potrà trasformare il modo con cui vengono percepite le crypto community.

La roadmap del progetto Cronos è molto ambiziosa: dopo aver raggiunto importanti traguardi passati come il listing del token CORGIAI su DEX, l’attivazione del liquidity mining, e l’aidrop agli “amici di Corgi”, a breve sarà il tempo della seconda fase.

In questa occasione verrà celebrato il successo della community con l’inaugurazione di “community NFT” di una galleria d’arte virtuale e di un marketplace AI, oltre che del lancio di un meccanismo di referral per incentivare l’adesione al progetto.

corgiai crypto

Analisi di mercato e previsioni nel lungo periodo

Come accennato, la popolarità di CorgiAI è dovuta dal recente successo registrato nei mercati con cui la crypto ha regalato un X20 ai propri token holders.

Infatti, nel giro di appena 5 giorni, CORGIAI è cresciuta tantissimo passando dai 0,000083 dollari dell’8 novembre al top di 0,0016 dollari del 12 novembre.

Si tratta per l’esattezza di un’incredibile crescita del 1930% che ha messo gola ad molti speculatori di memecoin.

Anche oggi la moneta sembra essere in forma e sta per attaccare i massimi locali con una candela da +80%, dopo aver registrato 3 giorni di rintracciamento.

In questi giorni i volumi di mercato sono stati elevatissimi per una crypto che ha solo 1,6 milioni di dollari bloccati nelle pool di liquidità, abilitati per gli scambi degli utenti.

Il giorno 12 novembre, in cui CORGIAI ha toccato il suo ATH, i volumi hanno raggiunto addirittura la cifra dei 2 milioni di dollari.

corgiai crypto

CORGIAI è listata al momento su Crypto.com, su VVS Finance e su Bilaxy.

La supply circolante di CORGIAI è pari a 277 miliardi di unità mentre la total supply è fissata a 500 miliardi.

Attualmente la capitalizzazione di mercato del token è pari a 254 milioni di dollari, una cifra esageratamente alta per quello che rappresenta il progetto e per la liquidità stipata al suo interno.

Probabilmente la crescita spropositata dei prezzi degli ultimi giorni finirà per scoppiare in una bolla gigantesca in cui molti holders perderanno i propri soldi.

Per diversi mesi la shitcoin in questione ha avuto un attiva on-chain pari a zero, con pochissimi scambi e nessuna attività seria volta a creare valore se non qualche iniziativa orientata alla coesione della community.

Di punto in bianco  è iniziato il rally dei prezzi della crypto con un incremento notevole dei volumi: ciò significa che dietro ai recenti movimenti di prezzo ci sono tentativi di manipolazione di qualche whale che ha voluto spingere in alto il valore di CORGIAI.

Non appena le whale che hanno acquistato la scorsa settimana passeranno alla rassegna delle vendite, il prezzo della moneta tornerà più basso di quello pre-pump.

C’è da fare assoluta attenzione a queste memecoin poiché sottendono rischi di volatilità enormi, con cui ci si potrebbe fare male se non si è utenti esperti nel campo del trading.

In tutto ciò c’è da segnalare anche la debolezza dell’ecosistema Cronos, che con soli 354 milioni di TVL (di cui il 90% è rappresentato da sole 3 dapp) risulta ancora molto lontano dal suo periodo di massima espansione e sembra fermo in termini di sviluppi.

Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS