HomeCriptovaluteGiorno di paga per gli utenti  dell'ecosistema Solana: alle ore 16 il...

Giorno di paga per gli utenti  dell’ecosistema Solana: alle ore 16 il lancio della crypto di Jupiter

Tutto pronto per uno degli airdrop dell’universo Solana più attesi dell’anno: alle ore 16 verranno aperte ufficialmente le porte al claim di JUP, nuova crypto lanciata dall’aggregatore di scambi decentralizzato Jupiter.

Si tratta di una delle distribuzioni di token più grandi della storia degli airdrop, visto che sono  più di 950.000 i wallet eleggibili che hanno svolto transazioni su Jupiter prima di novembre 2023 e possono ora ritirare la crypto.

Binance, Bybit, Bitget ed altri CEX hanno già confermato la propria partecipazione nel listing di JUP che avverrà parallelamente al claim: quale sarà il prezzo iniziale della moneta?
Vediamo tutti i dettagli di seguito

Jupiter lancia un airdrop agli utenti del mondo Solana: claim alle ore 16

Dopo mesi di attesa per i contributori del crypto ecosistema di Solana, ecco che arriva il momento dell’airdrop di Jupiter, aggregatore di prezzi per lo scambio decentralizzato di monete crittografiche.

Il fondatore della piattaforma, noto con il nickname di “Meow”, aveva annunciando settimane fa l’inizio di una fase preparativa per il lancio della nuova risorsa JUP, che culmina proprio oggi alle ore 16 (15 UTC) con l’avvio dei claim per tutti coloro che sono risultati eleggibili con il proprio wallet all’evento.

In totale sono 955.000 i “Solana boys” che hanno svolto almeno una transazione su Jupiter prima del 2 novembre 2023 e si sono qualificati per riscattare la crypto JUP.

Nel seguente post, pubblicato dallo stesso Meow, potete trovare tutti i dettagli dell’airdrop con tanto di sito web per controllare la propria allocazione di token.

La distribuzione della nuova crypto sarà coordinata tramite il launchpad di Jupiter, che è stato utilizzato pochi giorni fa anche per l’airdrop della memecoin WEN.

In questa fase iniziale verranno sbloccati circa 1,35 miliardi di token JUP, di cui 1 miliardo unicamente per l’airdrop, 50 milioni  per la creazione di  una  pool decentralizzata e 50 milioni di per “prestiti a società centralizzate” in modo da garantire sufficiente liquidità per gli scambi su CEX.

La supply massima è fissata a 10 miliardi di JUP, con 3 miliardi di questi che verranno riservati per altre ondate  future di premi alla community di Solana.

Metà di questa fornitura massima sarà utilizzata dal team per varie iniziative, con l’ottica di massimizzare la propria notorietà e la liquidità on chain.

Il team di Jupiter ha ovviamente diritto ad una porzione iniziale di queste monete, ma saranno sbloccate ufficialmente nel 2025 dopo il termine di un ciclo di vesting di due anni.

In questo primo round da airdrop, le monete messe da parte dal team di Jupiter saranno distribuite come segue:  il 20% dei token airdrop iniziali sarà distribuito equamente su tutti i portafogli, mentre un altro 70% sarà distribuito tra gli utenti in base a una “distribuzione basata sul punteggio” dipendente dall’uso del protocollo. L’ultimo 10% andrà ai membri della comunità e agli sviluppatori.

jupiter crypto solana

Predizione dei prezzi della crypto JUP

Come accennato, a sostenere l’airdrop di Jupiter che coinvolgerà quasi 1 milione di utenti del mondo Solana ci saranno grandi nomi del mondo crypto.

Tra questi in primis troviamo la presenza di exchange centralizzati di primo livello come Binance, Bybit e Bitget, che apriranno le danze per il trading della nuova moneta tra le 16:00 e le 16:30 italiane, in concomitanza con l’avvio del claim sulla piattaforma dedicata per l’airdrop.

Essendo Jupiter molto noto come aggregatore nell’ecosistema Solana, ed essendo JUP una risorsa molto attesa in questo contesto con una supply iniziale parecchio limitata, diversi utenti si aspettano un debutto coi fiocchi a livello prezzi.

Inizialmente, come condiviso anche dal fondatore di Jupiter, JUP dovrebbe essere listata con un prezzo di 0,4 dollari per token, con un massimo stimato di 0,7 dollari.

Secondo questa condizione iniziale, la marketcap della crypto sarà di 400-700 milioni di dollari.

Anche secondo le stime di Aleo, piattaforma di scambi perpetual decentralizzata, JUP  dovrebbe inaugurare il trading all’interno di quel range.

In particolare, dopo vari giorni di speculazioni, il pre-market di JUP-USD quota un prezzo di 0,67 dollari per unità.

Queste stime tengono conto di tutte le informazioni che circolano giorno dopo giorno nell’ecosistema di Solana per fornire un prezzo iniziale verosimile.

Da sottolineare come però in genere i pre-market come questo siano particolarmente poco liquidi, dunque non risultano affidabili al 100%.

jupiter crypto solana

Tralasciando le congetture sulle quotazioni iniziali, ricordiamo che JUP come molte altre crypto simili, potrebbe registrare un forte afflusso di domanda già dai primi giorni dal debutto sul mercato.

Come abbiamo avuto infatti modo di osservare con le recenti distribuzioni di airdrop, molti token lanciati con questa metodologia hanno poi avuto una price action estremamente bullish nelle settimane seguenti ( vedi casi TIA, MANTA, ALT).

Possiamo aspettarci dunque anche il raggiungimento della quotazione di 1 dollaro dopo pochi giorni di contrattazioni sul mercato.

La forte crescita di Jupiter negli ultimi mesi: il DEX su Solana sorpassa anche Uniswap

Jupiter è un aggregatore di mercati decentralizzati che ha visto un forte incremento delle attività on-chain durante gli ultimi mesi.

Le speculazioni sul lancio di JUP tramite airdrop hanno favorito la crescita delle metriche di utilizzo della piattaforma, che sono esplose recentemente arrivando a risultati totalmente inaspettati nella blockchain di Solana.

In particolare possiamo osservare come Jupiter si sia classificata come la dapp più utilizzata nel mondo DeFi nell’ultimo anno, con il suo utilizzo che supera quello di applicazioni veterane come PancakeSwap, Uniswap e Metamask.

jupiter volume DEXs

All’interno dello spazio Solana, Jupiter si è contraddistinto per aver guidato circa l’80% del volume organico registrato sulla chain, tale da elevare la piattaforma come la prima scelta dagli utenti per i trades decentralizzati.

A seguire i DEX più utilizzati sono Raydium, Orca e Drift, che gestiscono il restante afflusso di richieste per gli scambi su Solana.

jupiter solana volume DEX

Da sottolineare inoltre come negli ultimi mesi, Jupiter si sia qualificato come secondo DEX per volumi di tutto il movimento blockchain ( non soltanto Solana) dietro solo al leader del settore Uniswap.

Secondo le classifiche di Coingecko Jupiter ha spesso raggiunto la soglia dei 500 milioni di dollari in volume giornaliero, con parte delle metriche che sono state boostate dall’esplosione della FOMO per le memecoin su Solana.

Recentemente c’è stato addirittura un giorno in cui Jupiter ha oltrepassato Uniswap, attestandosi temporaneamente come DEX con più volumi di tutta la DeFi.

Si tratta di un risultato straordinario per un protocollo che non fa parte dell’ecosistema Ethereum.

jupiter volume DEX
Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS